Parlamento europeo, Martello: "Fenomeno migranti mai affrontato in maniera globale"

Il sindaco di Lampedusa: "In Europa non si riesce a parlare con un'unica voce e con un unico sentimento". Il medico Bartolo ha incontrato una sopravvissuta al naufragio del 2013

Totò Martello, sindaco di Lampedusa

"Siamo arrabbiati perché il fenomeno migranti in Europa non è stato mai affrontato in maniera globale". Così il sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello, a margine dell'incontro "Semi di Lampedusa" al Parlamento europeo, che vede coinvolti decine di studenti di diverse scuole italiane ed europee. 

"Noi - ha sottolineato Martello - riusciamo a mettere attorno a un tavolo tantissime scuole europee e tantissime scuole italiane, dove i giovani si riescono a riunire. In Europa" invece "non si riesce a parlare con un'unica voce e con un unico sentimento" su come affrontare il problema delle migrazioni.

Momenti di grande emozione oggi al Parlamento europeo: un abbraccio ha suggellato a sorpresa l'incontro tra il medico ed eurodeputato Pietro Bartolo e una donna eritrea sopravvissuta al tragico naufragio dell'ottobre 2013 a Lampedusa, creduta morta dai primi soccorritori e poi salvata miracolosamente proprio da Bartolo.  "Non ho pianto solo perché mi sono trattenuto. Queste sono le grandi soddisfazioni, dopo le tante brutte cose e le tante atrocità che ho dovuto vedere, ci sono dei momenti belli come questo di Kebrat", ha commentato Bartolo. Kebrat, ha raccontato l'eurodeputato, "era stata raccolta da un pescatore" ed era stata data per morta, "messa dentro un sacco insieme ad altri ragazzi. Ho detto di non chiudere" il sacco "perché volevo constatare il decesso" e,  quando le ho preso il polso tra le mani, ho avuto la sensazione di sentire un battito. Allora ho aspettato ancora, almeno un minuto, e ne ho sentito un altro,
flebile, debolissimo, e ho capito che era ancora viva. Abbiamo fatto di tutto per riportarla in vita e dopo un po' il suo cuore ha cominciato a battere".

L'incontro tra Kebrat e Bartolo è avvenuto a margine dell'iniziativa "Semi di Lampedusa", organizzata al Parlamento Ue a Bruxelles dal Comitato 3 Ottobre, che vede coinvolti oltre 60 studenti di 15 scuole italiane ed europee. Nel naufragio del 2013 al largo di Lampedusa morirono 368 persone e solo 155 furono i sopravvissuti. Per ricordare la strage, il 3 ottobre si celebra la Giornata della Memoria e dell'accoglienza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(fonte: ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento