menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Riccardo Gallo

Riccardo Gallo

Accorpamento Camere di commercio, emendamento di Riccardo Gallo

Per il deputato agrigentino "necessitano misure compensative volte a garantire la copertura delle uscite in bilancio, sia dal punto di vista finanziario che contributivo, in grado di equilibrare le decisioni adottate dal decreto legge"

Il deputato nazionale e vice coordinatore regionale di Forza Italia, Riccardo Gallo, ha presentato un emendamento al Disegno di legge di riforma della pubblica amministrazione nella parte che prospetta l’accorpamento delle Camere di commercio. Secondo Gallo, "la conseguente riduzione dei diritti camerali, che rappresentano per circa il 70 percento la principale fonte di finanziamento per il sistema camerale, penalizzerà, e di molto, lo stesso sistema camerale, soprattutto nel sud Italia e in Sicilia dove la crisi economica è particolarmente avvertita". 

Per il deputato agrigentino, dunque, "necessitano misure compensative volte a garantire la copertura delle uscite in bilancio, sia dal punto di vista finanziario che contributivo, in grado di equilibrare le decisioni adottate dal decreto legge". Il deputato azzurro nell’emendamento propone di iscrivere il personale camerale all'Istituto nazionale di previdenza sociale e di assicurare idonee misure compensative a favore delle Camere di commercio siciliane gravate, tra l’altro,  dagli oneri conseguenti al trattamento di quiescenza e previdenza dei dipendenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento