Politica

Il tema dei rifiuti entra in campagna elettorale: scontro Hamel-Micciché

Dopo la nota stampa dei giorni scorsi del candidato di area Dimauriana adesso è l'assessore all'Ecologia ad intervenire: "Ci dica la sua ricetta"

Nella precoce - o ritardata, dipende dai punti di vista - campagna elettorale agrigentina irrompe con forza il tema della gestione dei rifiuti.

A lanciare il sasso era stato qualche giorno fa l'ex assessore e oggi candidato sindaco Franco Micciché, parlando di un servizio poco efficente e di bollette troppo costose.

A replicare a quelle affermazioni "ingenerose, parziali e superficiali" è l'assessore all'ecologia Nello Hamel, il quale colpisce Micciché nel punto più dolente per lui: l'aver amministrato insieme a Firetto, e proprio nel momento in cui si decideva la contestata riduzione del numero di netturbini.

Franco Micciché: "Città sempre più sporca e bollette sempre più care"

Hamel inoltre contesta le affermazioni di Miccichè rispetto all'aumento delle bollette Tari "in quanto dal 2018, dopo 14 anni di aumenti costanti, per la prima volta c'è stato una diminuzione della Tari che nel 2019 si è trasformata in una riduzione della bolletta del 16% per le utenze non domestiche e nel 2020 del 10% per le utenze domestiche secondo le proiezioni di utilizzo dei risparmi realizzati".

Hamel, nel rivendicare il lavoro fin qui fatto,  chiede al "candidato sindaco Miccichè di illustrare la sua ricetta per pulire la Città ed abbassare le bollette fuori dagli slogan e dalle promesse elettorali e con riferimenti tecnici ed amministrativi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tema dei rifiuti entra in campagna elettorale: scontro Hamel-Micciché

AgrigentoNotizie è in caricamento