La mozione non passa: Ferreri rimane assessore di Casteltermini

I consiglieri del movimento Cinque Stelle: "Spiace constatare che il primo cittadino e i membri della maggioranza, abbiano perso l’ennesima occasione per tutelare gli interessi collettivi, mostrando chiaramente come capacità e competenze continuino a cedere il posto al logiche prettamente 'politico-elettorali'"

Il Municipio di Casteltermini

La mozione per revocare l'incarico di assessore - al Turismo, Cultura e Spettacolo - a Francesca Ferreri non è passata. "Nonostante l’appello alla coerenza rivolto agli 'scozzariani' da parte del M5S l’esito della mozione è apparso sin da subito scontato: 4 voti favorevoli (M5S), 4 contrari (Mallia, Palmeri, Capozza, Cannella) e 2 astenuti (D’Urso e Greco): non approvata" - hanno spiegato, attraverso una nota stampa, i consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle Casteltermini - . 

"Spiace constatare che il primo cittadino e i membri della maggioranza, abbiano perso l’ennesima occasione per tutelare gli interessi collettivi, mostrando chiaramente come capacità e competenze continuino a cedere il posto al logiche prettamente 'politico-elettorali' - hanno aggiunto i consiglieri del Movimento Cinque Stelle - . Pensavamo, o meglio speravamo, che l’ultima nomina ad assessore di Casteltermini di Francesca Ferreri, con deleghe alla Cultura, al Turismo e allo Spettacolo (e ai "Rifiuti"), corrispondesse a logiche che tenessero conto di criteri meritocratici, al fine di dare un sostanzioso contributo allo sviluppo dei suddetti settori, così come preannunciato da quest’ultima al momento della sua nomina. Ed invece ci siamo ritrovati, a pochi mesi dalla sua nomina, a presentare una mozione con cui impegnare il primo cittadino a revocarle l’incarico, non per questioni personali, bensì semplicemente per la sua 'invisibilità'".

I consiglieri dei Cinque Stelle hanno ribadito, come fatto durante il Consiglio, i compllimenti al sindaco Gioacchino Nicastro "per l’innegabile impegno profuso nella fase della ripresa dei festeggiamenti (non certo per quello relativo alla fase di programmazione ed organizzazione della Festa di Santa Croce / Sagra del Tataratà, che non possono prescindere dall’intervento del Comune)". 

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento