menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'agguato al ristoratore, i giudici: "Il pentito Rizzo credibile ma non riscontrato"

Il tribunale del riesame: "E' un collaboratore di giustizia, servono i riscontri esterni"

Il pentito Mario Rizzo, secondo i giudici del tribunale del riesame, è "estrinsecamente attendibile". Tuttavia, essendo un collaborante va applicata la normativa prevista per i collaboratori di giustizia e non per i semplici testi. Non basta, quindi, che sia credibile ma servono i cosiddetti "riscontri esterni" che sono arrivati in relazione all'accusa a carico del cognato di detenzione di armi, visto che sono state trovate, ma non per quella di tentato omicidio. L'inchiesta è quella per l'agguato al ristoratore Saverio Sacco, avvenuto in Belgio il 28 aprile dell'anno scorso. 

"L'agguato a Saverio Sacco organizzato da Prestia", con la mafia non c'entro

Il tribunale del riesame ha depositato le motivazioni del provvedimento con cui annullano in parte l'ordinanza cautelare a carico del favarese Gerlando Russotto di 29 anni. I giudici, accogliendo in parte il ricorso del difensore, l'avvocato Salvatore Cusumano, hanno ritenuto che il quadro indiziario fosse poco solido. Russotto resta in carcere solo per alcune contestazioni in materia di armi che nulla c'entrano con l'agguato che il cognato Mario Rizzo aveva raccontato con dovizia di particolari tirandolo in ballo e facendo i nomi dei killer.

I dettagli dell'inchiesta, quel giro di armi fra il Belgio e Favara

Russotto è stato arrestato il 2 agosto dalla squadra mobile. Il tribunale del riesame ha annullato in parte l'ordinanza cautelare, emessa dal gip Francesco Provenzano su richiesta del procuratore aggiunto Salvatore Vella e dei pm Simona Faga e Alessandra Russo.

Il giudice, in ogni caso, aveva già escluso che Russotto, tirato in ballo dal cognato Mario Rizzo, 32 anni, che si è autoaccusato e sta collaborando con la giustizia aprendo anche altri spunti investigativi, avesse sparato per uccidere. L'accusa, infatti, era stata riqualificata in lesioni. Il riesame ha del tutto annullato questo capo di accusa e quello relativo alla detenzione e al porto illegale dell'arma con matricola abrasa usata per l'agguato. Russotto resta in carcere per due accuse di detenzione abusiva di armi e munizioni, gran parte delle quali trovate nel settotetto del condominio dove abita. Il favarese ha sempre negato le accuse dicendo che Rizzo lo ha accusato perchè aveva cercato di impedire che sposasse sua sorella. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento