Stabilizzazione dei precari dell'Asp, Cisl Fp: "Quale il presunto impegno della politica agrigentina?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“Giù le mani dalle stabilizzazioni dei precari dell’Asp di Agrigento”. A due giorni dall’annuncio da parte dell’Azienda sanitaria provinciale dell’avvio del percorso di stabilizzazione, è la Cisl Fp attraverso la segretaria generale delle province di Agrigento, Caltanissetta ed Enna Floriana Russo Introito, e il responsabile del dipartimento sanità pubblica e privata Giovanni Farruggia, ad intervenire perché questo importante risultato non si trasformi in merce da campagna elettorale.

“Le operazioni – dicono – giungono al termine di un lungo impegno di confronti tra il direttore generale di Alessandro Mazzara, il dirigente Risorse umane Beatrice Salvago e tutte le sigle sindacali firmanti il Ccnl del comparto Sanità. Non comprendiamo quindi quale dovrebbe essere stato il presunto impegno della politica agrigentina, che anzi non ha contribuito, per quanto di propria competenza, al raggiungimento di questo risultato storico che darà finalmente sicurezza e stabilità a 130 lavoratori dopo anni di precariato”.

Ad essere stabilizzati saranno, alla fine, una unità di categoria B, novantacinque unità di categoria C, e dieci unità di categoria D.


 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento