Inchiesta antimafia "Passepartout", il Riesame: indagato resta ai domiciliari

Il tribunale ha rigettato la richiesta di annullamento della misura avanzata dai fifensori: gli avvocati Calogero Lanzarone e Antonello Palagonia

Resta ai domiciliari Massimiliano Mandracchia, di 46 anni, di Sciacca, indagato per favoreggiamento nell'ambito dell'operazione antimafia "Passepartout". Lo ha stabilito - secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia -  il tribunale del Riesame di Palermo, rigettando la richiesta di annullamento della misura avanzata dai suoi difensori: gli avvocati Calogero Lanzarone e Antonello Palagonia.

L'assistente parlamentare messaggero dei boss? La difesa: "Non è mafioso, scarceratelo"

La difesa di Mandracchia puntava sull'assenza dei gravi indizi di colpevolezza. Sui fatti, la difesa sostiene che Mandracchia non fosse a conoscenza del contenuto delle comunicazioni e che si era prestato a mettere a disposizione il proprio telefono cellulare perché quello di Dimino era di vecchia generazione e non consentiva le chiamate whatsapp. In un'occasione Mandracchia avrebbe anche stampato un messaggio, in inglese, proveniente dall'America, consegnandolo a Dimino. Il tutto veniva favorito, secondo la difesa, solo perché Mandracchia sapeva che Dimino era alla ricerca di un lavoro in America.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inchiesta antimafia "Passepartout", le intercettazioni: "Con un deputato ti aprono la cella e la guardia se ne va"

Dopo il deposito delle motivazioni gli avvocati Lanzarone e Palagonia valuteranno se proporre ricorso. La difesa degli altri due indagati ai domiciliari per favoreggiamento, i fratelli Paolo e Luigi Ciaccio, entrambi di 33 anni, di Sciacca, non si è rivolta al Riesame. I Ciaccio sono difesi dagli avvocati Paolo Imbornone, Gioacchino Sbacchi e Salvino Barbera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Coronavirus, è di nuovo raffica di positivi a Ravanusa, Palma, Canicattì, Licata, Sciacca, Cianciana e Porto Empedocle

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 17 positivi in provincia, ci sono pure 6 alunni e 2 insegnanti

  • Studenti positivi al Covid 19, Miccichè chiude il "Politi" e Di Ventura il "Verga"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento