Cronaca Racalmuto

Pensionato scomparso da 2 mesi, arrivati i cinofili per la ricerca di cadaveri

Nonostante il trascorrere delle settimane e nonostante sia andato a vuoto il piano provinciale di ricerche, durato sei giorni, i carabinieri non mollano: continuano ad indagare e, da oggi, con l'ausilio della polizia, a cercare la salma del 62enne

"Draco" e "Mia" hanno iniziato a cercarlo dall'ex ospedale, alle spalle di piazza Del Carmelo: una delle zone dove era solito passeggiare. I due pastori tedeschi sono in forza al nucleo unità cinofile della polizia di Stato di Palermo. Non sono due cinofili usuali. Sono due cani per la ricerca di tracce ematiche e cadaveri. E sono arrivati a Racalmuto, con quattro poliziotti, per cercare Giuseppe Alaimo, il sessantaduenne racalmutese, di cui è stata denunciata la scomparsa dallo scorso 19 gennaio.

Pensionato scomparso, il caso finisce su "Chi l'ha visto"

Poliziotti e unità cinofile sono giunti in ausilio alla stazione dei carabinieri di Racalmuto. Perché i militari dell'Arma, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, non mollano. Nonostante il trascorrere delle settimane e nonostante sia andato a vuoto il piano provinciale di ricerche persone scomparse - durato per giorni e giorni, con il coordinamento della Prefettura di Agrigento, - i carabinieri continuano ad indagare e, da oggi, con l'ausilio della polizia, a cercare il cadavere del pensionato. "Draco" e "Mia" sono due esemplari speciali: soltanto uno - a Palermo - il reparto della polizia di Stato che ha in dotazione questo genere di cinofili. L'altro reparto, assieme al quale viene coperto tutto il territorio nazionale, invece, si trova a Milano.

IL VIDEO. Unità cinofile per la ricerca di tracce ematiche e cadaveri in azione 

Il piano provinciale di ricerche persone scomparse è stato chiuso, dopo 6 giorni, lo scorso 31 gennaio perché non sono saltati fuori indizi o spunti investigativi. Quel piano era stato attivato dai carabinieri, con il coordinamento della Prefettura di Agrigento, perché si cercava, allora, una persona in difficoltà, forse anche in pericolo. E durante quei sei giorni vennero scandagliati complessivamente 475 ettari, 75 in più rispetto a quanto previsto inizialmente. Giuseppe Alaimo sembrò, allora, essere stato inghiottito dal nulla. Da oggi, carabinieri e polizia, cercheranno invece il cadavere dell'anziano. Un uomo conosciuto da tutti a Racalmuto e questo perché era solito star seduto sulla panchina che c'è sul belvedere del paese.   

Chiuso il piano provinciale di ricerche persone scomparse

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionato scomparso da 2 mesi, arrivati i cinofili per la ricerca di cadaveri

AgrigentoNotizie è in caricamento