Sea Watch, la Procura in Cassazione contro la scarcerazione di Carola Rackete

La 31enne sarà interrogata dal procuratore aggiunto, Salvatore Vella. La donna è indagata per "favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per violazione del decreto sicurezza bis"

La Procura di Agrigento è pronta a fare ricorso in Cassazione, opponendosi alla scarcerazione di Carola Rackete, capo missione della Ong “Sea Watch”. La Procura, con a capo Luigi Patronaggio, farà ricorso contro la decisione del Gip, Alessandra Vella.

Caso Sea Watch3, arresto non convalidato: il comandante Carola Rackete torna libera

Decisione, dunque, che ha portato alla scarcerazione della 31enne tedesca, comandante della Sea Watch. Carola Rackete, lo scorso 29 giugno, aveva forzato l’alt della Guardia di finanza, entrando in acque italiane e facendo rotta verso Lampedusa. Il ricorso della Procura di Agrigento sarà depositato entro e non oltre mercoledì. La comandante tedesca, Carola Rackete, tornerà ad Agrigento, giovedì prossimo.

La 31enne sarà interrogata dal procuratore aggiunto, Salvatore Vella. La donna è indagata per “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per violazione del decreto sicurezza bis”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo il gip Alessandra Vella, la resistenza a pubblico ufficiale è stata scriminata dall'adempimento ad un dovere. Il giudice ha sottolineato anche che la scelta del porto di Lampedusa non è stata strumentale, ma obbligatoria perché i porti dell Libia e della Tunisia non sono stati ritenuti porti sicuri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato con la febbre a 40 e sospetti sintomi di Covid-19, attesa per il tampone

  • La curva epidemiologica continua a salire: c'è un caso in più di Coronavirus a Favara, confermato l'esito test a 92enne

  • Esce di casa per fare la spesa anziché restare in isolamento: denunciata 48enne rientrata dal Nord

  • Anziano muore in casa propria, aveva febbre alta e tosse: sospetto Covid-19? Avviate le verifiche

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento