menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sea Watch, la Procura in Cassazione contro la scarcerazione di Carola Rackete

La 31enne sarà interrogata dal procuratore aggiunto, Salvatore Vella. La donna è indagata per "favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per violazione del decreto sicurezza bis"

La Procura di Agrigento è pronta a fare ricorso in Cassazione, opponendosi alla scarcerazione di Carola Rackete, capo missione della Ong “Sea Watch”. La Procura, con a capo Luigi Patronaggio, farà ricorso contro la decisione del Gip, Alessandra Vella.

Caso Sea Watch3, arresto non convalidato: il comandante Carola Rackete torna libera

Decisione, dunque, che ha portato alla scarcerazione della 31enne tedesca, comandante della Sea Watch. Carola Rackete, lo scorso 29 giugno, aveva forzato l’alt della Guardia di finanza, entrando in acque italiane e facendo rotta verso Lampedusa. Il ricorso della Procura di Agrigento sarà depositato entro e non oltre mercoledì. La comandante tedesca, Carola Rackete, tornerà ad Agrigento, giovedì prossimo.

La 31enne sarà interrogata dal procuratore aggiunto, Salvatore Vella. La donna è indagata per “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per violazione del decreto sicurezza bis”. 

Secondo il gip Alessandra Vella, la resistenza a pubblico ufficiale è stata scriminata dall'adempimento ad un dovere. Il giudice ha sottolineato anche che la scelta del porto di Lampedusa non è stata strumentale, ma obbligatoria perché i porti dell Libia e della Tunisia non sono stati ritenuti porti sicuri

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Vaccinazione Covid, parte il servizio di prenotazione con Postamat

Attualità

Rifacimento della via Archeologica, consegnati i lavori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento