L'incidente mortale alla diga Furore, due iscritti nel registro degli indagati: fissati per domani i funerali delle vittime

L'inchiesta, al momento, ruota su un unico fulcro: il montacarichi utilizzato che potrebbe non essere stato idoneo

L'elicottero per i soccorsi arrivato sul luogo della tragedia

I funerali dei caduti sul lavoro: Francesco Gallo e Gaetano Cammilleri si svolgeranno domani, alle 16, alla chiesa di Sant'Agostino di Naro. Ad annunciarlo è stato il capo dell'amministrazione di Naro, città dove si è verificata la tragedia, Lillo Cremona. Sarà presente, naturalmente, anche il sindaco di Favara Anna Alba. I due amministratori per la giornata di domani hanno proclamato, in entrambe le città, il lutto cittadino. 

Incidente alla diga, muoiono due operai

Le salme dei due lavoratori - vittime dell'incidente verificatosi alla diga Furore - sono state dissequestrate in tarda mattinata. La Procura, avendo acquisito ormai un quadro chiaro, non ha ritenuto di dover disporre l'autopsia. Per avere certezza delle cause della morte del sessantunenne e del cinquantacinquenne è bastata, infatti, l'ispezione cadaverica già effettuata. 

L'inchiesta sulla tragedia di Naro, si indaga sul montacarichi

Nel registro degli indagati - poco dopo le 13 - sono stati, ufficialmente, iscritti il dirigente regionale del dipartimento acque e rifiuti, Gaetano Valastro di 52 anni di Catania, e il titolare della ditta che si occupa della manutenzione degli impianti della diga Furore: Francesco Mangione, 53 anni, di Raffadali. L'iscrizione nel registro degli indagati costituisce l'avvio del procedimento penale e delle cosiddette indagini preliminari. Il fascicolo di indagine, per omicidio colposo, inizialmente aperto contro ignoti, adesso diventa contro noti. A coordinare l'inchiesta è il sostituto procuratore Salvatore Vella.

Il VIDEO. Il luogo dove è avvenuta la tragedia

L'inchiesta, al momento, ruota su un unico fulcro: il montacarichi utilizzato. Un montacarichi che non era idoneo - stando a quanto è stato accertato da investigatori e inquirenti - a trasportare delle persone, ma al massimo del materiale. Su quel montacarichi, però, ieri mattina, sono saliti - per avviare i lavori di manutenzione di una torre di controllo della diga: Francesco Gallo di 61 anni di Naro e Gaetano Cammilleri che fra meno di un mese avrebbe compiuto 56 anni. Il montacarichi ha ceduto e i due tecnici sono precipitati, da un'altezza di circa 32 metri, dentro il "sovrappieno", una vasca - che era vuota al momento dell'incidente sul lavoro - che viene utilizzata per lo stoccaggio delle acque. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento