"Occupazione di area del Demanio", nuovo sequestro per il parcheggio di Bovo Marina

La Corte di Cassazione, nei giorni scorsi, accogliendo il ricorso del pm Gloria Andreoli, aveva annullato il dissequestro dello scorso luglio

Collocati i nuovi sigilli

Sono stati apposti di nuovo i sigilli. L'area demaniale di oltre 5 mila metri quadrati, fino all'anno scorso usata come parcheggio per bagnanti, è stata nuovamente sequestrata. Ad eseguire a Bovo Marina il provvedimento della Procura della Repubblica di Agrigento è stata la Guardia costiera di Porto Empedocle e la polizia municipale di Montallegro.  La Corte di Cassazione, nei giorni scorsi, accogliendo il ricorso del pm di Agrigento Gloria Andreoli, ha infatti annullato il dissequestro.

La replica dei fratelli Manzone: "Proprietà legittima e correttezza nell'operato"

IL VIDEO. Nuovo sequestro per il posteggio di Bovo Marina: ecco le immagini

Parcheggio di Bovo Marina, i Manzone querelano il comandante della Municipale

L’area era stata già sequestrata lo scorso giugno e poi dissequestrata a luglio dal tribunale di Agrigento che aveva accolto l’istanza di riesame degli avvocati Teodoro Caldarone e Giovanni Hamel che assistono i fratelli Antonio, Giuseppe, Vincenzo e Leonardo Manzone indagati nell’ambito dell’inchiesta per invasione di terreni ed occupazione di terreni appartenenti al Demanio marittimo. 

"Invasione di terreno pubblico", sequestrata un'area di 5.300 metri quadrati: 8 indagati

Stando a quanto viene ipotizzato dalla Procura di Agrigento, gli indagati avrebbero acquisito illegittimamente per usucapione dei terreni del Demanio marittimo. Secondo le accuse, sarebbero emersi subito illegittimi frazionamenti e intestazioni catastali e gli indagati avrebbero acquisito fraudolentemente le aree demaniali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le immagini del primo sequestro 

Tale importante attività si inserisce nel più ampio obiettivo finalizzato alla tutela del demanio marittimo che vede fortemente impegnato il corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera per restituire alla collettività la libera fruizione degli spazi abusivamente occupati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Covid-19, altri due casi in provincia: chiuso ristorante e richiamati tutti i clienti

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento