Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

"Area del porto occupata abusivamente", la Procura ricorre contro il dissequestro

L'ordinanza del riesame impugnata in Cassazione, si decide il futuro di oltre un centinaio di imbarcazioni

La Procura della Repubblica di Sciacca ha presentato ricorso in Cassazione contro l'ordinanza del Tribunale del Riesame di Agrigento che ha annullato il sequestro per due dei natanti fermati dalla guardia costiera e dai carabinieri nel porto di Porto Palo ai quali si contesta la mancanza di autorizzazioni all'uso dell'area demaniale. Lo scrive oggi il Giornale di Sicilia. Le 101 barche, a seguito dell'identificazione dei proprietari, sono state successivamente quasi tutte dissequestrate, ma per queste due i proprietari, assistiti dagli avvocati Flavio Moccia e Accursio Gagliano, hanno presentato ricorso al Tribunale del Riesane che lo ha accolto, annullando il sequestro.

Adesso si pronuncerà la Cassazione. Per i pochi natanti ancora ormeggiati si attenderà qualche altro giorno e poi, se i proprietari non si presenteranno al Circomare di Sciacca, verranno rimossi e custoditi con spese che poi verranno addebitate ai proprietari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Area del porto occupata abusivamente", la Procura ricorre contro il dissequestro

AgrigentoNotizie è in caricamento