La Sea Watch3 resta davanti al porto, i legali presentano esposto in Procura

I difensori chiedono ai magistrati di valutare la “sussistenza di eventuali condotte di rilevanza penale poste in essere dalle autorità marittime e portuali preposte alla gestione delle attività di soccorso". Demandano alla valutazione dell’autorità giudiziaria "l'adozione delle misure necessarie a porre fine alla situazione di gravissimo disagio a cui sono attualmente esposte le persone a bordo della nave”

La Sea Watch3 davanti al porto di Lampedusa

“Vogliamo portare all'attenzione dei magistrati i tratti essenziali della vicenda, relativa alla presenza, davanti al porto di Lampedusa, della nave Sea Watch 3, con a bordo, oltre all’equipaggio, 43 persone, tra le quali 3 minori non accompagnati, soccorsi il 12 giugno in acque internazionali, a circa 47 miglia dalle coste libiche”. Lo dicono gli avvocati Leonardo Marino e Alessandro Gamberini, legali della "Sea Watch 3", che hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Agrigento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La "Sea Watch3" è ferma davanti Lampedusa in attesa di un accordo diplomatico con l'Ue, niente arresto per il comandante

I difensori chiedono di valutare la “sussistenza di eventuali condotte di rilevanza penale, poste in essere dalle autorità marittime e portuali preposte alla gestione delle attività di soccorso, nonché demandare alla valutazione dell’autorità giudiziaria l'adozione di tutte le misure necessarie a porre fine alla situazione di gravissimo disagio a cui sono attualmente esposte le persone a bordo della nave”.

La raccolta fondi entra nel vivo: donati 65mila euro
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento