rotate-mobile
Cronaca Lampedusa e Linosa

Migranti: altri 3 sbarchi con 63 tunisini dopo il maxi approdo di 384 subsahariani, in 693 all'hotspot

In attesa di porto sicuro l'Ocean Viking con 306 persone a bordo. Dalla nave della ong, ieri, c'era stata una evacuazione sanitaria urgente. Un minore è stato portato sull'isola a  bordo di una motovedetta della Capitaneria di porto, insieme al fratello più piccolo

Ore 18. Altri tre sbarchi, con un totale di 63 migranti, si sono registrati dopo l'approdo dei 384 - fra cui 16 donne e 14 minori - subsahariani. Il grosso gruppo, che viaggiava su un peschereccio di 18 metri che è stato lasciato alla deriva, è stato soccorso dalle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza. Il quarto sbarco della giornata è stato composto da 12 tunisini che sono stati rintracciati, su un barchino di 6 metri, a 12 miglia da Lampedusa. Poi, le Fiamme gialle ha soccorso 29 tunisini, fra cui una donna e un bambino e infine sono sbarcati altri 22 tunisini, fra cui 4 donne e 4 minori. Tutti sono stati portati all'hotspot di contrada Imbriacola dove si è arrivati ad un totale di 693 ospiti a fronte di 250 posti disponibili.

Ore 16,45. Sono 384 i migranti provenienti da nazioni subsahariane sbarcati nel pomeriggio al molo Favaloro. Il barcone su cui viaggiavano è stato intercettato dagli uomini della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza a circa 12 miglia dall'isola. Tra loro ci sono anche 16 donne e 14 minori. I migranti sono stati trasbordati sulle unità delle Fiamme gialle e della Guardia costiera e il barcone usato per la traversata lasciato alla deriva.

Ore 13,39. Un barchino - ed è stato il secondo della giornata - con 21 subsahariani, tra cui 5 donne e 3 minori accompagnati, è arrivato a Lampedusa. A molo Favarolo sono però attesi circa 300 migranti che su più natanti erano stati intercettati e soccorsi dalle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza. 

Ore 9. Un barchino con a bordo 29 migranti, tra cui 13 donne e 3 minori, è giunto intorno a mezzanotte al molo commerciale. Dopo i primi accertamenti sanitari, tutti sono stati condotti nell'hotspot di contrada Imbriacola. Ieri sull'isola si era registrato un altro approdo di 67 tunisini, tra cui una donna e 13 minori non  accompagnati. Nell'ultima settimana sono oltre 500 i migranti sbarcati sulla più grande delle Pelagie.

Resta ancora in attesa - nelle acque antistanti a Lampedusa - dell'indicazione di un porto sicuro di sbarco l'Ocean Viking. A bordo della nave umanitaria di Sos Mediterranee sono rimasti in 306: ieri, infatti, si è registrata l'ennesima evacuazione sanitaria urgente. Un minore le cui condizioni sanitarie erano peggiorate durante la notte è stato portato via a  bordo di una motovedetta della Capitaneria di porto, insieme al fratello più piccolo. "Con il deterioramento delle condizioni meteo marine, il team medico si aspetta un aumento dei problemi di salute" tra coloro che sono rimasti a bordo, fa sapere Sos Mediterranee. 

(Aggiornato alle ore 18,02)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti: altri 3 sbarchi con 63 tunisini dopo il maxi approdo di 384 subsahariani, in 693 all'hotspot

AgrigentoNotizie è in caricamento