menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Fallea e l'autovettura ritrovata a Casteltermini

Giuseppe Fallea e l'autovettura ritrovata a Casteltermini

Il pensionato scomparso e il mistero della Matiz: come c'è arrivata fino a Casteltermini?

L'utilitaria, in questo mese e mezzo, è sempre stata sul greto del fiume Platani? Nel primo pomeriggio, la Prefettura ha riattivato il piano ricerche persone scomparse

Gli accertamenti tecnici, da parte del nucleo specializzato dei carabinieri, sono cominciati all'alba. I militari dell'Arma stanno provando a fare "parlare" la Chevrolet Matiz grigia, anno 2005, di Giuseppe Fallea: il pensionato ottantaquattrenne di Favara scomparso dal 13 maggio. L'utilitaria, ancora perfettamente integra ma forse non più marciante, è stata ritrovata, ieri pomeriggio, abbandonata sul greto del fiume Platani in contrada Margì a Casteltermini. Non c'era la chiave. Le verifiche, effettuate dai militari dell'Arma, hanno permesso d'appurare, in primissima battuta, che non c'era la chiave né attaccata al cruscotto, né alla portiera. Non è stato ufficialmente confermato se la portiera dell'auto sia risultata o meno chiusa a chiave. Ieri sera, al momento del ritrovamento, nessuno - senza la presenza della Scientifica - avrebbe potuto del resto provare ad aprire quella maniglia. 

Ritrovata a Casteltermini l'auto del pensionato favarese scomparso

Come c'è arrivata fino a contrada Margì quell'autovettura? Era ancora guidata dall'anziano quando è stata abbandonata, forse perché impantanata, sul greto del fiume? O ce l'ha portata qualcuno? Ma s'è davvero impantanata? O ha avuto guasto? Ed è sempre stata in quel posto - d'apertissima campagna - fin dal 13 maggio scorso (giorno della scomparsa)? O c'è arrivata dopo? A queste, ma anche a tante altre domande, i carabinieri della compagnia di Agrigento e quelli della tenenza di Favara dovranno dare - anche attraverso gli accertamenti tecnico-scientifici che sono, appunto, in corso d'opera - delle risposte. Una in maniera particolare: Giuseppe Fallea dov'è? 

Le ricerche del pensionato favarese sono state capillari e meticolose: hanno riguardato Favara e tutto il territorio circostante, fino a Licata da un lato e Porto Empedocle dall'altro, ma anche nell'entroterra: Canicattì, Grotte, Racalmuto, Castrofilippo. Ricerche che non sono però arrivate nell'area montana dell'Agrigentino. Il pensionato 84enne non aveva contatti con nessuno di quella zona, quindi nessuno poteva ipotizzare che potesse essersi spostato verso quella traiettoria. 

La Chevrolet Matiz grigia potrà, "parlando", fare chiarezza sul mistero e indirizzare sia l'attività investigativa dei carabinieri che le ricerche. A seguire l'evoluzione di accertamenti e indagini, i familiari dell'anziano scomparso che sono rappresentati dall'avvocato Domenico Russello. Nel primo pomeriggio, la Prefettura di Agrigento ha riattivato il piano ricerche persone scomparse. 

Un mese dopo la scomparsa, i familiari di Giuseppe Fallea temono un omicidio

(Articolo aggiornato alle ore 17,55)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento