menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il faccia a faccia a palazzo di Città

Il faccia a faccia a palazzo di Città

La raccolta dei rifiuti continuerà, il prefetto Caputo: "Lo Stato è con Porto Empedocle"

Attorno ad un tavolo sono stati presenti i segretari provinciali di Cgil e Cisl, il questore e i comandanti provinciali di carabinieri e guardia di finanza oltre che il sindaco Ida Carmina

“Lo Stato è al fianco di Porto Empedocle”. E’ questo il messaggio chiaro che lancia il prefetto, Dario Caputo. Oggi faccia a faccia al Comune della città marinara, dopo i fatti incresciosi avvenuti quest’oggi. Sono volate parole grosse ed anche qualche schiaffo. La protesta da parte, dei netturbini al momento in astensione arbitraria dal lavoro da oltre una settimana, è  scoppiata quando i mezzi per il servizio di raccolta alternativo, affidato ad una ditta diversa dal raggruppamento della Realmarina, sono entrati in città.

Aggrediti due assessori e bloccata la raccolta, scoppia la "guerra" a Porto Empedocle

"Non staremo inerti e non consentiremo a nessuno di minacciare o aggredire, fermo restante il diritto di ognuno di manifestare per difendere i propri diritti".

IL VIDEO.  Carmina: "Volevano chiudere le scuole, proteste? Servono altri modi"

Il prefetto Dario Caputo è stato chiaro: "Lo Stato sarà accanto al Comune di Porto Empedocle nelle operazioni di pulizia della città per il ripristino delle condizioni igieniche". Le forze dell'ordine scorteranno infatti l'azienda sostitutiva nei prossimi giorni per evitate che "brutte pagine" come quella che è stata scritta stamattina, come l'ha definita Caputo, non si abbiano da ripetere.

IL VIDEO. Il sindaco Ida Carmina: "Reazioni scomposte" 

Attorno ad un tavolo sono stati presenti i segretari provinciali di Cgil e Cisl, il questore e i comandanti provinciali di carabinieri e guardia di finanza oltre che il sindaco Ida Carmina, che ha espresso la propria gratitudine per il sostengo offerto da parte dello Stato.

Caputo ha comunque rassicurato che si continua a lavorare per la risoluzione del problema per consentire il pagamento delle spettanze ai lavoratori. Ad oggi, però, non è chiaro se domani a raccolta ripartirà, anche da parte della ditta sostitutiva. 

Intanto la polizia indaga sui fatti di stamattina, al fine di ricostruirne i dettagli e verificare se rientrano, come detto dal questore Maurizio Auriemma, rientrano in un "disegno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento