rotate-mobile
Criminalità / Sciacca

Ancora furti: ripulito uno stabilimento ittico sequestrato, danni per almeno 150 mila euro

I carabinieri, dopo aver raccolto la denuncia del custode: un commerciante cinquantanovenne, hanno avviato le indagini per identificare i "cacciatori" di "oro rosso"

Hanno rubato cavi di rame della linea elettrica di collegamento dal contatore alla sala motori e tubi in rame degli impianti di refrigerazione delle celle frigorifere, nonché quelli dei quadri e dell'impianto elettrico. E' stato stimato in almeno 150 mila euro il danno - non coperto da polizza assicurativa - provocato all'ex stabilimento ittico conserviero di contrada Santa Maria a Sciacca. Uno stabilimento che risulta - con provvedimento della sezione Fallimentare del tribunale di Sciacca - essere sotto sequestro. 

Il furto - messo a segno verosimilmente da gente che sapeva bene dove mettere le mani - è stato compiuto fra le ore 18 di sabato e le ore 15 di mercoledì. E i ladri, a quanto pare, hanno "lavorato" senza essere disturbati. 

A fare la scoperta prima e la denuncia ai carabinieri è stato il custode fallimentare. L'uomo, un commerciante di 59 anni, s'è rivolto ai militari dell'Arma di Sciacca che hanno già avviato le indagini. Da qualche settimana, nell'area del Saccense sono tornati in "voga" - se ne stanno registrando parecchi - i furti di rame e ferraglia varia.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora furti: ripulito uno stabilimento ittico sequestrato, danni per almeno 150 mila euro

AgrigentoNotizie è in caricamento