rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Indagini dei carabinieri / Campo sportivo / Via Dante Alighieri

I ladri tornano a scuola: razziato anche l'istituto comprensivo "Quasimodo"

Portato via materiale informatico vario. Il danno provocato alla scuola non risulta essere ancora quantificato

Questa volta è “toccato” all’istituto comprensivo “Quasimodo” di via Dante. Dopo i furti registratisi in danno della scuola media “Vincenzo Reale” di Fontanelle, i ladri hanno scelto – ammesso che si tratti sempre della stessa banda – il “Quasimodo” da dove hanno arraffato materiale informatico vario. Il furto, con scasso, è stato messo a segno – secondo quanto è stato denunciato ai carabinieri – fra giovedì 5 e lunedì 9. Qualcuno, nonostante la scuola si trovi in un’area centralissima qual è la via Dante, ha forzato la porta d’ingresso e, verosimilmente, ha avuto tutto il tempo per rovistare e cercare quel che era di interesse. Alla fine, appunto, è stato portato via materiale informatico vario. Il danno provocato all’istituto comprensivo, ieri, non risultava essere ancora quantificato. Ma è certo però che non è coperto da nessuna polizza assicurativa.

I carabinieri della stazione di Agrigento, raccolta la denuncia a carico di ignoti che è stata formalizzata dall’insegnante responsabile dell’istituto, hanno avviato le indagini. L’area non è, purtroppo, interessata da sistemi di videosorveglianza. E questa carenza, di fatto, non aiuterà le investigazioni.

All’inizio dello scorso dicembre, alla scuola media “Vincenzo Reale” di Fontanelle venne messo a segno un furto di oltre cinquemila euro: vennero arraffati cinque computer, un tablet e delle lavagne multimediali. E i malviventi lo fecero dopo aver tagliato le catene del cancello e mandato in frantumi la finestra di un'aula da dove sono entrati. Le telecamere di videosorveglianza poste a presidio dell'istituto scolastico pare che, da qualche giorno, non funzionassero. E questo dettaglio probabilmente era conosciuto dai malviventi. Anche di quelle indagini si stanno occupando, nel più fitto e categorico riserbo, i carabinieri. Inevitabile, naturalmente, l’interrogativo: la “mano” che colpisce è sempre la stessa? Anche se in punti diversi della città. Oppure ci sono più bande in azione? Il plesso “Vincenzo Reale” dell’istituto scolastico “Anna Frank” era stato “visitato”, sempre durante le ore notturne, appena a metà dello scorso ottobre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ladri tornano a scuola: razziato anche l'istituto comprensivo "Quasimodo"

AgrigentoNotizie è in caricamento