Sabato, 20 Luglio 2024
Tribunale della libertà / Sciacca

L'inchiesta sui furti di maioliche: cade l'accusa di associazione a delinquere

I giudici del riesame hanno escluso l'esistenza di un'organizzazione criminale dietro il giro di reperti trafugati: annullato in parte il provvedimento restrittivo

Salta l’associazione a delinquere: il tribunale del riesame annulla l’ordinanza per questa ipotesi di reato e, in parziale accoglimento delle richieste delle difese, sostituisce o annulla la misura per gli indagati nell’ambito dell’indagine svolta dai carabinieri della compagnia di Sciacca che avrebbe fatto luce su un’associazione specializzata nei furti di maioliche per pavimenti. La notizia è riportata oggi sul Giornale di Sicilia.

Scoperta la banda delle maioliche rubate: 5 obblighi di dimora

Gli indagati per associazione a delinquere sono Vincenzo e Mario Di Benedetto, di 72 e 36 anni, padre e figlio. Per il padre l’obbligo di dimora è stato sostituito con quello di presentazione alla polizia giudiziaria, mentre il figlio non è più sottoposto ad alcuna misura. Marco Gambino, 35 anni, passa dall’obbligo di dimora all’obbligo di presentazione, tutti i giorni, ai carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inchiesta sui furti di maioliche: cade l'accusa di associazione a delinquere
AgrigentoNotizie è in caricamento