menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Fabrizio Rizzo, Roberto Iovine e Alessandro Rizzo

Da sinistra Fabrizio Rizzo, Roberto Iovine e Alessandro Rizzo

L'escalation di furti in appartamento in città, la banda finisce a processo

La Procura dispone la citazione diretta a giudizio per i fratelli Fabrizio e Alessandro Rizzo e per Roberto Iovine

I tre indagati dell'inchiesta sui furti in appartamento ad Agrigento finiscono a processo. Il pubblico ministero Chiara Bisso ha disposto la citazione a giudizio per Fabrizio Rizzo, 28 anni, di Agrigento; Roberto Iovine, 55 anni, di Napoli e Alessandro Rizzo, 26 anni, fratello di Fabrizio.

Una escalation registratasi fra la fine del 2017 e i primi giorni del 2018 che aveva destato grande preoccupazione in città.

Fabrizio Rizzo è accusato di avere messo a segno quattro furti in appartamento, fra il 3 gennaio e il 30 aprile del 2018: per quest'ultimo colpo fu arrestato insieme a Iovine che adesso rischia il processo. Il coinvolgimento di Alessandro Rizzo scaturisce dall'avere occultato, insieme agli altri due indagati, la refurtiva di alcuni furti commessi nei mesi precedenti. 

La prima udienza del processo è stata fissata per il 17 settembre davanti al giudice monocratico Katia La Barbera. I difensori, gli avvocati Calogero Lo Giudice e Daniele Re, potranno chiedere il rito abbreviato o il patteggiamento. In caso contrario ci sarà un dibattimento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento