rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Cattolica Eraclea

Omicidio Miceli, l'inchiesta approda al riesame: difesa chiede scarcerazione di Sciortino

I legali dell'operaio 53enne si rivolgono al tribunale della libertà: "Annullate l'arresto"

I difensori di Gaetano Sciortino, l'operaio di 53 anni, arrestato il 20 ottobre con l'accusa di essere l'assassino del marmista Giuseppe Miceli, 67 anni, brutalmente ucciso con diversi oggetti contundenti nel suo laboratorio il 6 dicembre di due anni fa, ricorrono al tribunale del riesame.

Svolta nell'inchiesta: arrestato operaio tradito dall'impronta di una scarpa

Gli avvocati Santo Lucia e Giovanna Morello, lunedì, presenteranno il ricorso al tribunale della libertà chiedendo l'annullamento dell'ordinanza cautelare emessa dal gip Stefano Zammuto su richiesta del pm Silvia Baldi. Nei prossimi giorni sarà fissata l'udienza. 

Omicidio Miceli, Sciortino fa scena muta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Miceli, l'inchiesta approda al riesame: difesa chiede scarcerazione di Sciortino

AgrigentoNotizie è in caricamento