Rifiuti al boschetto di Maddalusa, Hamel: vigili urbani pronti al pugno duro

L'assessore: "Ho già sollecitato la polizia municipale alla massima severità. Ci raccorderemo con il demanio marittimo per stabilire come procedere per la bonifica della zona. Speriamo, nell’arco di due o tre giorni, di far ripulire"

I rifiuti nel boschetto di Maddalusa

Agrigento è un Comune “riciclone”. Per il risultato raggiunto nel 2019: ha superato il 65 per cento di raccolta differenziata (ma adesso si è arrivati a quasi il 74 per cento), il Municipio è stato premiato dalla Presidenza della Regione: riceverà un contributo di qualche centinaio di migliaia di euro. Ma la lotta, impari, contro gli incivili – coloro, tanto imprese quanto cittadini, che abbandonano dove capita i sacchetti della spazzatura – non è ancora vinta. Lo dimostra, ed è il caso più eclatante emerso nelle ultime ore, il boschetto di Maddalusa dove cumuli di immondizia di ogni genere fanno bella mostra. Una macchia che fa storcere il naso, e anche protestare, a quanti – anche ieri – si stavano recando al mare.

Il boschetto di Maddalusa preso in "ostaggio" da incivili

L’area del boschetto di Maddalusa non è comunale, ma l’assessore all’Ecologia Nello Hamel – ieri – era al lavoro per risolvere proprio quest’indecorosa situazione.  “Ci raccorderemo con il demanio marittimo per stabilire come procedere per la bonifica della zona. Speriamo, nell’arco di due o tre giorni, di far ripulire. In ogni caso chiederemo alla Capitaneria di porto di attivare – ha detto Hamel – un servizio di vigilanza sulle aree demaniali. Cercheremo, laddove sarà possibile, di realizzare delle postazioni di videosorveglianza. Avevo già dato disposizione, nei giorni scorsi, al comandante della polizia municipale per sollecitare alla massima severità le squadre di vigilanza. In caso di abbandono di rifiuti da parte delle attività commerciali, di imprese o partite Iva, scatterà – ha ricordato l’assessore – la segnalazione alla Procura per il reato di inquinamento ambientale. Dove possibile, se il reato viene commesso con l’utilizzo di un mezzo, ho ricordato di procedere al sequestro”. Hamel che da anni combatte quella che è una vera guerra ha anche inviato una richiesta ai ministeri dell’Interno e dell’Ambiente. “Chiedo di valutare la possibilità di presentare una proposta di legge che renda reato anche l’abbandono di rifiuti da parte di privati – ha spiegato - . Invito tutti i cittadini a segnalare se sono testimoni di abbandoni, in qualunque area, di rifiuti”.

rifiuti boschetto maddalusa-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento