Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

"Bilanci gonfiati", c'è il "sì" del giudice: il Comune di Porto Empedocle sarà parte civile

La difesa del sindaco Lillo Firetto ha sollecitato un'integrazione della perizia con l'acquisizione di ulteriori scritture contabili, nonché l'audizione di tutti i consulenti tecnici di parte

Una veduta del Comune di Porto Empedocle

Il Comune di Porto Empedocle sarà parte civile. Il giudice del tribunale di Agrigento ha ammesso la costituzione dell'ente. Il procedimento è quello sui presunti "bilanci gonfiati" al Municipio empedoclino. Alla costituzione di parte civile si era opposto, nella precedente udienza, l'avvocato Angelo Farruggia, difensore del sindaco Lillo Firetto, che riteneva non potesse essere accolta visto che la Corte dei Conti, in ben due sentenze, ha escluso ogni danno contabile nei confronti del Municipio. Il gup Alessandra Vella ha ammesso la costituzione in virtù "dell'autonomia dei giudizi contabile e penale".

Alla sbarra rischiano di finire il sindaco di Agrigento (nonché ex sindaco di Porto Empedocle) Calogero Firetto, l’ex dirigente del settore finanziario del comune empedoclino Salvatore Alesci e cinque ex revisori dei conti: Francesco Maria Coppa, Rosetta Prato, Carmelo Presti, Enrico Fiannaca ed Ezio Veneziano.

Processo sui "bilanci gonfiati", il Comune di Porto Empedocle chiede di essere parte civile

La difesa del sindaco Lillo Firetto - rappresentata dagli avvocati Angelo Farruggia e Antonino Reina - ha sollecitato, stamani, un'integrazione della perizia con l'acquisizione di ulteriori scritture contabili, nonché l'audizione di tutti i consulenti tecnici di parte. Si tornerà in aula il 25 marzo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bilanci gonfiati", c'è il "sì" del giudice: il Comune di Porto Empedocle sarà parte civile

AgrigentoNotizie è in caricamento