menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vie senza nomi, né numeri civici e da un anno senza posta: scoppia la protesta

I residenti delle zone periferiche di Aragona, ormai esasperati, si sono dati appuntamento per giovedì alle 16. Si terrà una assemblea, si discuterà delle emergenze e si deciderà come muoversi

Niente posta, da più di un anno, nelle zone periferiche di Aragona. Poste Italiane, che ha messo all'opera i consegna lettere trimestrali non del posto, addebita ogni responsabilità alla mancanza di denominazione e numeri civici lungo le vie. Dal Comune, dove l'istanza per la collocazione delle tabelle toponomastiche è stata presentata da anni e anni, nessuno ancora sembra muoversi. I residenti di queste zone, ormai esasperati, si sono dati appuntamento per giovedì alle 16. Si terrà una assemblea, si discuterà delle emergenze e si deciderà come muoversi. Tutti insieme, su un unico fronte. Fra le prime cose, verosimilmente, si procederà ad un reclamo collettivo a Poste Italiane, verrà segnalato il mancato recapito della posta all'Agcom e verrà formalizzata una richiesta collettiva, al Comune, di denominazione di vie e numeri civici per tutte le abitazioni residenziali. Non si esclude, quale ultima frontiera di battaglia, un esposto alla Procura della Repubblica di Agrigento.

"Il fronte è doppio. Da un lato c'è la Posta che ha messo in servizio dei postini giovani e non del posto. Fino allo scorso anno, quando erano in servizio i postini di Aragona, la corrispondenza arrivava anche nelle aree periferiche. Abbiamo reclamato alle Poste di Palermo e ci è stato detto che non c'era in nominativo sulla cassetta della posta. Falso! - ha raccontato la docente Maddalena Lattuca - . Vivo in questa casa da 32 anni e non c'è mai stata alcuna denominazione della via, né il numero civico. Eppure la legge impone, nel momento in cui un cittadino comunica la residenza, che la via venga denominata e ci sia un numero civico".

C'è chi, dunque, non s'è visto recapitare la carta di credito, chi non ha ricevuto l'attesa documentazione dell'Inps e chi, a causa del disservizio, si trova a dover gestire situazioni molto delicate. L'amministrazione comunale, per fronteggiare il disservizio del mancato recapito, è riuscita ad ottenere la collocazione delle cassette postali che però non sono state ancora assegnate. E quindi, niente posta ad Aragona. 

Già un reclamo, con una sessantina di firme soltanto per una zona del paese, è stato formalizzato attraverso la Federcosumatori.

Giovedì, gli abitanti delle zone periferiche discuteranno anche del servizio di raccolta differenziata per le aree periferiche e le contrade. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento