Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Aragona

"Pressioni su dirigente per salvare immobile abusivo di parente", sindaco rinviato a giudizio

Il primo cittadino di Aragona, Giuseppe Pendolino, avrebbe persino rimosso il funzionario che non si era prestato a revocare l'ordine di demolizione

Il giudice dell'udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, ha disposto il rinvio a giudizio del sindaco di Aragona, Giuseppe Pendolino, accusato di abuso di ufficio. L'amministratore, secondo quanto ipotizza il pubblico ministero Chiara Bisso che ha condotto l'inchiesta, avrebbe fatto pressioni su un dirigente del Comune per costringerlo a revocare l'ordine di demolizione di un immobile abusivo al quale era interessata una parente che, però, per questo motivo, non poteva procedere a formalizzarne l'acquisto.

"Pressioni su dirigente per salvare immobile abusivo", chiesto processo per il sindaco

Pendolino, che ha nominato come difensore l'avvocato Nino Caleca, sarà processato dai giudici della prima sezione penale a partire dal 15 aprile. L'inchiesta scaturisce dalla denuncia del dirigente che non si prestò alle "reiterate richieste" del sindaco e, per questo, sarebbe stato rimosso. Oggi si è costituito parte civile, con l'assistenza dell'avvocato Daniela Posante. 

La maggioranza lo difende: "Fiducia in lui e nella magistratura"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pressioni su dirigente per salvare immobile abusivo di parente", sindaco rinviato a giudizio
AgrigentoNotizie è in caricamento