rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Paola Barale al teatro Pirandello: la showgirl tra i protagonisti del secondo appuntamento in cartellone

Figura nel cast della commedia “Se devi dire una bugia, dilla grossa”. Una stagione in piena pandemia ma fortemente voluta da Comune e Fondazione. Il presidente Patti: “Sarebbe stato comodo non fare nulla, ma il teatro è un luogo sicuro e siamo tornati a viverlo in sicurezza”

E’ Paola Barale uno dei personaggi più attesi al teatro Pirandello per il secondo appuntamento della stagione. In una collocazione poco riconoscibile per il grande pubblico, che l’ha sempre vista in tutt’altra veste in televisione, promette di sorprendere gli spettatori agrigentini con un’interpretazione frizzante insieme a Paola Quattrini ed Antonio Catania nella commedia “Se devi dire una bugia, dilla grossa” che rende omaggio alla “ditta” Garinei e Giovannini in ricordo di Pietro Garinei. A Paola Barale è stato affidato il ruolo di Susanna Rolandi precedentemente interpretato da Gloria Guida e Anna Falchi.
La pièce in due atti di Ray Cooney andrà in scena il 23 e 24 febbraio prossimi nella versione italiana di Iaia Fiastri con regia di Luigi Russo che prende il posto di Pietro Garinei. Nel cast, tra gli altri, c’è anche Nini Salerno. 

Dopo l’avvio di stagione con Michele Placido, protagonista de “La bottega del caffè”, entra così nel vivo il cartellone fortemente voluto dal Comune e dalla Fondazione nonostante le difficoltà imposte dalla pandemia. “Agrigento è una città di arte, cultura e teatro - ha detto il sindaco Franco Miccichè - e senza tutto questo sarebbe morta. Raccomando l’utilizzo della mascherina FFP2 per assistere agli spettacoli ed auguro a tutti di tornare a vivere il teatro Pirandello come una volta, per non dimenticare il valore di questo splendido luogo che il Covid voleva strapparci”.
“Adesso - ha aggiunto il presidente della Fondazione Alessandro Patti - a cose fatte possiamo dirlo: siamo stati coraggiosi. Sarebbe stato comodo dire che sarebbe stato meglio rinunciare ancora una volta alla stagione teatrale. E invece no, perché la gente vuole tornare a vivere. Questo è il nostro tempio della cultura, dell’arte e dello svago: un intrattenimento di qualità e meritato. Il teatro è un luogo sicuro e tutte le attività possono svolgersi in piena sicurezza”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paola Barale al teatro Pirandello: la showgirl tra i protagonisti del secondo appuntamento in cartellone

AgrigentoNotizie è in caricamento