"Basta semafori" sulla statale Agrigento - Palermo, scoppia la protesta

Iniziativa convocata a Lercara Friddi, saranno presenti anche l'assessore regionale Marco Falcone e i vertici di Anas a cui si chiederà di risolvere la situazione

"Basta Semafori”:  venerdì  a Lercara Friddi la manifestazione per "rimuovere gli inutili semafori sulla Palermo Agrigento". In strada - letteralmente - scenderranno amministratori locali, cittadini, imprenditori,artigiani, che ormai da anni subiscono disagi, per gli infiniti lavori di ammodernamento del trattato di strada statale 121 che va da Bolognetta a Lercara Friddi. L’iniziativa promossa dal presidente della Smap, Giovanni Panepinto, già sindaco di Bivona e parlamentare regionale,  e dal sindaco di Lercara Friddi, Luciano Marino, ha già coinvolto numerosi amministratori e cittadini che si incontreranno appunto venerdì 25 gennaio 2019 alle 17 nell’aula consiliare del Comune di Lercara Friddi.  Alla manifestazione ha già dato conferma di partecipazione anche l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Marco Falcone.  All’incontro parteciperanno anche i vertici di Anas, ai quali si chiederà di rimuovere in tempi brevi gli inutili semafori che ostacolano quotidianamente lo sviluppo economico e sociale dell’entroterra siciliano. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

  • Secondo tampone positivo in meno di 24 ore a Ravanusa: è un focolaio diverso, per l'Asp gli infetti sono 85

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento