Ipogei, si lavora per conoscerne i rischi e valorizzarli a fini turistici

Il Genio civile ha chiesto alla Regione la creazione di un tavolo interdipartimentale per affrontare, per la prima volta in modo organico, il tema degli antichi canali

Uno speleologo all'interno di uno degli ipogei cittadini

Un tavolo "interdipartimentale" che vedrà coinvolti tra gli altri Comune e Soprintendenza ai beni culturali e avrà la cabina di regia del Genio civile per conoscere, mappare e mettere in sicurezza gli ipogei. A questo sta lavorando, insieme alla Regione Siciliana, il nuovo dirigente Rino La Mendola. Fin dal suo ritorno in città, infatti, l'ex presidente dell'Ordine degli Architetti non aveva mancato di evidenziare l'interesse per un possibile investimento finalizzato al recupero, consolidamento e alla conoscenza piena degli antichi tunell che attraversano larga parte del centro storico e che purtroppo sono solo in piccola percentuale conosciuti.

Consolidamento degli ipogei, il Comune stanzia oltre due milioni di euro

La Mendola, in particolare, andando a recuperare un progetto di mappatura risalente a nove anni fa, quando era già a capo del Genio civile agrigentino, intende innanziatutto aggiornare quel lavoro e poi ragionare con gli altri enti di un'attività di conoscenza approfondita degli ipogei, progettando, ove necessario, gli interenti di consolidamento e messa in sicurezza. Negli ultimi anni qualcosa era stato comunque fatto. Solo nei mesi scorsi è stato infatti consegnata all'Ufficio la relazione conclusiva delle attività di ricerca avviate proprioper volere del Genio civile, che hanno vagliato una serie di aree di "Girgenti" che presentavano periodici abbassamenti della sede stradale. Solo in un caso, nei pressi di piazza San Giuseppe, sarebbe stato individuato un ingrottamento che però necessita di ulteriori approfondimenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento