rotate-mobile
Il report

Siccità, le dighe sono sempre più vuote: -50% fra Bivona e Alessandria della Rocca

C'è più acqua invece - anche se il volume è ridotto rispetto alle sue capacità - nel bacino Arancio che ha 3milioni di metri cubi in più. Ma il dato è una beffa: la risorsa idrica non è stata utilizzata a causa dell'alga rossa

La pioggia? Resta una sorta di miraggio. E l'isola, l'Agrigentino in particolar modo, è sempre più assetata. 

Ieri ha piovuto, forse non quanto ci si aspettava, ma ha piovuto. Ma non basta naturalmente. Nelle dighe siciliane manca il 23 per cento di acqua rispetto allo stesso periodo del 2023. Sulla base delle rilevazioni dell'autorità regionale di bacino, mancano 90milioni di metri cubi di acqua. 

Fra le realtà che hanno superato i picchi del -50% c'è la diga Castello, nell'Agrigentino, la cui portata è passata da 17 a 8milioni di metri cubi. La diga, che si trova fra Bivona e Alessandria della Rocca, serve 14 Comuni della provincia di Agrigento, ma è, al momento, quasi priva d'acqua visto che su una capienza di quasi 21 milioni di metri cubi, contiene solo 8 milioni di metri cubi.

C'è più acqua invece - anche se il volume è ridotto rispetto alle sue capacità - nel bacino Arancio che ha 3milioni di metri cubi in più. Ma il dato è una beffa. C'è più acqua nel lago Arancio perché quella risorsa idrica non è stata utilizzata a causa dell'alga rossa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siccità, le dighe sono sempre più vuote: -50% fra Bivona e Alessandria della Rocca

AgrigentoNotizie è in caricamento