Attualità

Cento anni fa nasceva Antonio Russello, il ricordo della "Strada degli scrittori"

Ormai annoverato tra i grandi letterati siciliani del Novecento, pur trasferitosi nel Veneto, le sue radici sono rimaste saldate a Favara dov'è nato il 19 agosto del 1921

Cento anni fa nasceva lo scrittore favarese Antonio Russello: era il 19 agosto del 1921. 

Per l’occasione, la "Strada degli scrittori" ricorda l'alto valore letterario di quest'autore che a pieno titolo rientra tra i grandi letterati siciliani. Pur trasferitosi nel Veneto, le radici di Russello sono rimaste saldate alla sua Favara, una delle città del percorso turistico-letterario ideato da Felice Cavallaro. E della sua terra ha raccontato in tanti romanzi gli scenari drammatici con quel filo di neorealismo appartenuto ad una generazione di autori in gran parte nati e vissuti nel Sud d'Italia. 

Russello esordisce nel 1960 con il romanzo “La luna si mangia i morti” pubblicato da Mondadori grazie a Elio Vittorini. Lo stesso Leonardo Sciascia recensisce su "L'Ora" il suo primo romanzo con il quale risulterà tra i finalisti del premio Campiello.

Tra il 1963 e il 1985 dà alle stampe “La grande sete”, “Siciliani prepotenti”, “Giangiacomo e Giambattista”, “Venezia zero” e “Lo sfascismo”, sempre continuando ad ispirarsi a contesti e personaggi siciliani, pur continuando a vivere lontano dalla sua isola.

"Stiamo lavorando - commenta Felice Cavallaro - perché tanti lettori si accostino a uno scrittore europeo nato in questo triangolo di Sicilia popolato da grandi romanzieri. Da qui l’impegno della Strada degli scrittori a riproporre soprattutto nelle scuole l'importanza della lettura dei suoi libri, riscoprendo a Favara i luoghi legati alle sue pagine".

Ricordandolo nel centenario della nascita, come ha fatto la “Strada” in questo 2021 assieme al Centro studi Russello e alla casa editrice Medinova che sta ripubblicando le sue opere, si tenta di ripercorrere anche l’impegno civile emerso nei suoi scritti, a partire da “La grande sete”, testo con cui Russello riesce a dar conto della bellezza contraddittoria di una terra attraversata da abbaglianti paradossi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cento anni fa nasceva Antonio Russello, il ricordo della "Strada degli scrittori"

AgrigentoNotizie è in caricamento