rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Lavori pubblici / Bivona

Ampliamento del cimitero, manutenzione palestra, ma anche ippovia, ecomuseo e car sharing: 15 cantieri al via

Le opere verranno realizzate grazie a linee di finanziamento regionali, statali e comunitarie, oltre che in alcuni casi dal bilancio comunale

Sono 15 i cantieri che, a breve, partiranno a Bivona. Cantieri che potranno essere aperti grazie a linee di finanziamento regionali, statali e comunitarie, oltre che in alcuni casi dal bilancio comunale.

Le opere riguarderanno l'ampliamento del cimitero comunale (realizzazione del muro perimetrale lato Est e di 140 loculi e 60 ossari) per 133.800 euro; manutenzione della palestra e campetto della scuola media "Meli" per 33.000 euro (fondi destinati dallo Stato alle Infrastrutture sociali); manutenzione della copertura dell’ex macello e rifacimento e relativo arredo urbano della piazza antistante la caserma dei carabinieri con realizzazione di una autostazione  per 50.000 euro (fondi del Mise). Ed ancora: realizzazione di un parco giochi inclusivo in piazza San Giovanni e installazione dei giochi preesistenti in contrada Santa Filomena per 48.625,85 euro fondi Regione Sicilia; efficientamento energetico della illuminazione pubblica per 1.712.065,85 euro (misura 4.3.1 Po Fesr Regione Sicilia); lavori di messa in sicurezza strada contrada Boschetto/Cerasella per 500.000 euro (fondi  Protezione civile regionale); opere di prevenzione del dissesto parte Nord del paese (canale di gronda) per 1.515.026,85 euro (misura 5.1.1 Po Fesr Regione Sicilia); riqualificazione e arredo verde e urbano dell’ingresso Sud della città (ponte Pisciato) per 18.867,73 euro (fondi democrazia partecipata).

Verranno aperti anche cantieri per la manutenzione e messa in sicurezza strada Bivona-Santo Stefano (contrada San Pietro) per 720.000 euro (fondi commissario per il dissesto idrogeologico); realizzazione di campi di calcetto e tennis e riqualificazione aree limitrofe presso il parco del Tracomatosario e manutenzione del sistema idrico integrato e attivazione del depuratore comunale per 700.000 euro (prestito Cassa depositi e prestiti); realizzazione dell’itinerario dei 5 sensi presso il Parco artistico della Pace per 122.175,10 euro (fondi Gal Sicani); realizzazione del "Sistema turistico integrato lnfo Point Sicani" (ippovia, percorsi naturalistici, ecomuseo diffuso e comunicazione)  per 888.060 euro (fondi Snai area interna sicani); realizzazione di un sistema integrato car sharing per 1.300.000 euro (fondi Snai area interna sicani); Living Lab Sicani per 1.359.666,67 euro  (fondi Snai area interna Sicani).

"Programmare, progettare, partecipare agli avvisi e ottenere finanziamenti, seguire e stimolare gli iter procedurali fino alla fase di consegna dei lavori, è senza dubbio un processo lungo, impegnativo e sfiancante per cui devo ringraziare l’intera squadra amministrativa e tecnica del Comune, ma quel che più conta è che queste opere ultimate, insieme alle molte altre che sono ancora in itinere, cambieranno il volto e la storia della nostra città" - ha detto il sindaco di Bivona - .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ampliamento del cimitero, manutenzione palestra, ma anche ippovia, ecomuseo e car sharing: 15 cantieri al via

AgrigentoNotizie è in caricamento