menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rifugiati

Rifugiati

Raffadali, un triangolare di calcio per condividere la differenza

L’evento denominato “Raffadali, Trofeo Calcio Amico – la condivisione della differenza”, vedrà scendere in campo una squadra formata da utenti dello SPRAR, una della Polizia della Questura di Agrigento e una di semplici sportivi

Giovedì 28 aprile, alle 14,30, allo stadio Comunale di Raffadali si svolgerà un triangolare di calcio organizzato dallo SPRAR (Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati politici) di Raffadali e dall’associazione culturale Acuarinto. 

L’evento denominato “Raffadali, Trofeo Calcio Amico – la condivisione della differenza”, vedrà scendere in campo una squadra formata da utenti dello SPRAR, una della Polizia della Questura di Agrigento e una di semplici sportivi.

Giovanna Dominici, responsabile dei servizi dello SPRAR, ha spiegato i motivi di questa manifestazione: “Abbiamo promosso tale evento poiché lo sport, per sua stessa natura, ha in sé quel carattere universale che unisce, al di là di ogni confine e credo, racchiudendo quei fondamentali obiettivi che noi operatori del settore poniamo a baluardo della nostra mission, e cioè la condivisione, l’amicizia e l’integrazione, punti cardini che stanno alla base di una pacifica e costruttiva convivenza”.

Per Donato Notonica coordinatore del progetto: “La partecipazione della Polizia di Stato di Agrigento vuol essere rappresentativa del quotidiano impegno profuso dal nostro progetto in favore della legalità e della giustizia, elementi, questi, che vogliamo costituiscano l’humus del percorso educativo e formativo dei nostri ragazzi”.

Il Referente Accoglienza, Tonino Giglione, ha infine auspicato: “Ci auguriamo che questa giornata possa essere la prima di molte altre in cui si possa vedere in campo, così come nella vita, lo scambio positivo della diversità, e che da esso si tragga quel fondamentale insegnamento per poter dare finalmente vita ad una cultura emancipata ed emancipante dell’accoglienza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento