menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giacomo Di Benedetto

Giacomo Di Benedetto

Morte sindaco Raffadali, camera ardente in biblioteca: lunedì i funerali

Il funerale sarà celebrato nella chiesa Madre. La Giunta comunale ha deciso di proclamare il lutto cittadino. Sospesi tutti i festeggiamenti per la Madonna degli Infermi. La ricostruzione degli ultimi tragici minuti

La notizia della morte improvvisa e inaspettata del sindaco di Raffadali, Giacomo Di Benedetto, è una di quelle che ti lascia impietrito e sgomento. Molti, noi compresi, in un primo momento, abbiamo pensato allo scherzo idiota del solito deficiente. Ma poi, col passare dei minuti, è arrivata la conferma, in tutta la sua drammaticità.

Nulla faceva presagire questo tragico epilogo. Ultimamente la vita politica gli aveva riservato qualche dispiacere e forse l’accumulo di un po’ di stress. Ma Giacomo, politico navigato, era abituato a ben altro e nella vita aveva superato momenti ben più difficili. Ieri mattina sembrava una giornata come tutte le altre, o meglio, un sabato come tutti gli altri, visto che, col municipio chiuso, si stava dedicando alla sua amata terra e stava facendo compiere dei lavori da un operaio.

All’improvviso, un dolore lancinante al petto lo ha fatto barcollare, ma è stato tempestivamente soccorso dall’operaio e della moglie Ester Vedova che si trovava in casa a poche decine di metri. Prima l’arrivo alla Guardia Medica di Raffadal, poi la decisione del trasporto urgente in ospedale con l’ambulanza del 118. Lungo il tragitto un ulteriore aggravamento delle condizioni e il tentativo di salvare ancora la vita a Giacomo Di Benedetto con i tradizionali metodi di rianimazione da parte del personale dell’auto medica.

Pare però, che qualsiasi tentativo di rianimare il sindaco di Raffadali sia risultato vano. Tuttavia, in quei minuti concitatissimi, si è deciso ugualmente di continuare il tragitto e trasportare il sindaco all'ospedale "San Giovanni di Dio", per un ultimo disperato tentativo di mantenerlo in vita. Ai medici del pronto soccorso agrigentino non è rimasto altro che constatarne la morte, avvenuta durante il trasporto.

La camera ardente è fissata per oggi, domenica 13 luglio, a partire dalle 11, nei locali della biblioteca comunale intitolata allo zio Salvatore Di Benedetto. I funerali si svolgeranno lunedì pomeriggio, alle 17, nella chiesa Madre di Raffadali. 

La giunta comunale, riunita in seduta straordinaria, ha deciso di proclamare il lutto cittadino nella giornata di lunedì, in concomitanza con le esequieSospesi, inoltre, tutti i festeggiamenti in onore della Madonna degli Infermi, che dovevano tenersi ieri e oggi.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento