menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
assistenza anziani

assistenza anziani

Raffadali, assistenza domiciliare agli anziani: domande entro il 30 settembre

Il servizio prevede interventi di natura socio assistenziale per fronteggiare le situazioni di disagio e ridurre l'inserimento in case di riposo, per anziani completamente o parzialmente non autosufficienti

Il sindao di Raffadali Silvio Cuffaro e l’assessore ai servizi sociali Giovanna Vinti comunicano l'avvio del progetto denominato "Assistenza domiciliare anziani" area intervento anziani nei Comuni del Distretto Socio Sanitario D1
Destinatari del " Servizio di assistenza domiciliare anziani "
Il servizio di assistenza domiciliare anziani è rivolto a tutta la popolazione anziana residente nel comune di Raffadali. Requisiti richiesti:età superiore ad anni 65.
Oggetto del servizio:
il servizio prevede interventi di natura socio assistenziale per fronteggiare le situazioni di disagio e ridurre l'inserimento in case di riposo, per anziani completamente o parzialmente non autosufficienti
Modalità di intervento:
Il servizio sarà erogato dal lunedì al venerdì, per non meno di due ore e non più di quattro ore settimanali,
con la realizzazione delle seguenti attività:
-       igiene e cura della persona
-       governo ed igiene dell'alloggio
-       preparazione di pasti caldi a domicilio
-       servizio lavanderia a domicilio
-       disbrigo pratiche varie, quali autorizzazioni per richieste mediche, esenzioni ticket su farmaci ed esami clinici, richiesta contributi, commissioni varie.
Modalità di accesso e valutazione delle domande                              
Per potere accedere alle prestazioni occorre presentare entro il 30.09.2015 domanda sottoscritta dall'utente o da un suo familiare al Comune di Raffadali come da modello disponibile sui siti internet o presso gli Uffici dei Servizi Sociali di ciascun Comune del Distretto.
Tale termine è finalizzato ad una prima individuazione del fabbisogno ed alla formulazione delle graduatorie comunali che saranno costantemente aggiornate.
È necessario allegare alla domanda
-       copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità dell'utente (obbligatoria)
-       certificazione ISE del nucleo familiare convivente con l'utente anno 2015, relativa al reddito prodotto nell'anno 2014 (obbligatoria)
- certificato medico rilasciato dal medico curante, nel quale si attestino le patologie e il grado parziale o totale di non autosufficienza;
-ogni altra documentazione ritenuta utile per una corretta valutazione dei bisogni dell'utente, come certificato di invalidità civile (se riconosciuto invalido civile) - attestazione di handicap, ai sensi della legge 104/92 (se riconosciuto portatore di handicap).
Tale documentazione sarà utile per valutare la necessità del servizio richiesto, nonché per stabilire, in virtù del D.A, 867/S7, le modalità e i criteri di accesso agevolato e di compartecipazione al costo del servizio, in rapporto alla effettiva condizione economica familiare attestata con le procedure fissate dal D. Lgs. n. 109/99 e successive modifiche ed integrazioni. L'eventuale quota di compartecipazione sarà comunicata all' utente per l'accettazione, prima dell'inizio dell'intervento.
La graduatoria degli aventi diritto sarà stilata sulla base di una griglia di valutazione prevista nel progetto predisposto dal Gruppo Piano Distrettuale negli anni precedenti. Tale griglia tiene conto dei requisiti richiesti dalle normative vigenti, applicando per ciascuno di essi, un punteggio come appresso specificato;
ANZIANO SOLO/A                                                                  PUNTI 10
-parz. autosufficiente...............................................................    punti   5
-  non autosufficiente.................................................................  punti 10
-  supporto familiare assente...................................................... punti 10
-  supporto familiare non idoneo................................................. punti   5
-  supporto familiare parz. idoneo............................................... punti   2
ANZIANO CON CONIUGE CONVIVENTE                                PUNTI 8
-  coniuge parz. autosufficiente............................................. ....punti   5
-  coniuge non autosufficiente................................................... punti 10
ANZIANO CON CONIUGE E FIGLIO                                       PUNTI  6
- con figlio autosufficiente.......................................................   punti   1
Per ciascun figlio
-  con figlio parz. non autosufficiente................... ,.................. punti   2
-  con figlio non autosufficiente................................................ punti   5
PARENTI ED AFFINI ENTRO IL 4° GRADO
-  se provvedono........................................................................ punti  2
-  se non provvedono... ,............................................................. punti  5
Ove, stilate le graduatorie comunali, il numero degli ammessi in graduatoria ecceda la disponibilità, viene formulata una lista di attesa, aggiornata ed integrata periodicamente in funzione delle variazioni intervenute nelle condizioni delle persone già beneficiarie del servizio.
Gli utenti dovranno comunicare, per iscritto, al Comune ogni variazione riguardante situazioni personali e/o familiari, nonché eventuali rinunce al servizio o sospensioni temporanee.

Informazioni
Ulteriori informazioni potranno essere richieste presso le sedi degli Uffici di Servizio Sociale dei Comuni di residenza dell'ambito distrettuale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento