menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro

Il sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro

Amministrative Raffadali, il Cga respinge l'appello del candidato Pietro Giglione

Il funzionario delegato dal prefetto per la verifica su alcune sezioni dovrà riconvocare le parti per ultimare i controlli in merito all'attribuzione di voti

Il Cga respinge l'appello cautelare proposto dal candidato non eletto Pietro Giglione contro il sindaco eletto Silvio Cuffaro. 

Il Tar Sicilia, pronunziandosi sul ricorso elettorale proposto dal candidato non eletto Pietro Giglione, aveva disposto una verifica su alcune sezioni del Comune di Raffadali per verificare l'asserita irregolarità nell'attribuzione di alcuni voti al candidato eletto Slivio Cuffaro. Quest'ultimo, a sua volta, con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, aveva proposto un ricorso incidentale per accertare presunte irregolarità nell'attribuzione di alcuni voti al candidato non eletto Giglione.

Il Tar Sicilia, di recente, aveva dichiarato ammissibile il ricorso incidentale patrocinato dagli avvocati Rubino e Impiduglia, ma i difensori del candidato Giglione, gli avvocati Lucia Di Salvo e Francesco Stallone, hanno proposto un appello davanti al Cga per la riforma, previa sospensione, della sentenza non definitiva resa dal Tar sul ricorso incidentale. Il tutto per un presunto difetto di notifica. 

Davanti al Cga si è costituito in giudizio il sindaco Silvio Cuffaro, con il patrocinio dell'avvocato Girolamo Rubino, sostenendo la piena validità della notifica a mezzo posta elettronica certificata e sottolineando l'assenza di un danno grave ed irreparabile.

Il Cga - presidente Claudio Zucchelli, relatore il consigliere Giuseppe Barone - condividendo le tesi difensive sostenute dall'avvocato Rubino circa l'assenza di un danno grave ed irreparabile incombente sull'appellante, ha respinto la richiesta di sospensione dell'esecutività della sentenza appellata avanzata dagli avvocati Lucia Di Salvo e Francesco Stallone nell'interesse del candidato Pietro Giglione. Pertanto, il funzionario delegato dal prefetto per la verifica, Giovanna Termini, dovrà riconvocare le parti per ultimare la verifica stessa anche con riferimento alla censure formulate dagli avvocati Rubino e Impiduglia in via incidentale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento