rotate-mobile
Licata Licata

"Preso con tre tonnellate di cannabis", riesame conferma arresto: Procura verso giudizio immediato

Giuseppe Cannella, scoperto a coltivare undici serre, resta in carcere: il pm Salvatore Vella potrebbe chiedere di andare subito a processo

Giuseppe Cannella, il bracciante agricolo trentottenne di Licata arrestato il 14 settembre dalla polizia con l'accusa di avere coltivato undici serre di cannabis per un peso complessivo di quasi tre tonnellate, resta in carcere.

Scoperte undici serre di droga, arrestato trentottenne

Lo ha deciso il tribunale del riesame al quale si era rivolto il difensore, l'avvocato Giuseppe Glicerio. Il pm Salvatore Vella, titolare dell'inchiesta, ha disposto degli accertamenti tecnici sulle piante sequestrate che saranno eseguiti dal Gabinetto di polizia scientifica di Palermo. Subito dopo potrebbe chiedere al gip il giudizio immediato, saltando l'udienza preliminare e approdando direttamente in aula per il processo.

Il maxi sequestro di cannabis, è caccia ai complici

Cannella è stato arrestato al termine di un'operazione in due distinti appezzamenti di terreno nelle contrade Rosa Marino e Monte Pizzuto, a Licata, ritenuti nella sua disponibilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Preso con tre tonnellate di cannabis", riesame conferma arresto: Procura verso giudizio immediato

AgrigentoNotizie è in caricamento