rotate-mobile
Licata Licata

Coronavirus, Galanti ai cittadini: "Niente allarmismo, ma massima responsabilità"

Il sindaco: "E’ importante che coloro i quali rientrano a Licata, provenendo da Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna lo comunichino"

"Raccomando alla cittadinanza intera di continuare a vivere nelle normalità, senza eccessivi allarmismi. Tenendo però ben presente la necessità di attenersi alle regole dettate dalle autorità sanitarie". 

A lanciare un appello ai cittadini è il sindaco di Licata Pino Galanti, prendendo spunto dall’appello di oggi della dottoressa Maria Grazia Cimino, responsabile del Tribunale per i diritti del malato di Licata, e tenuto conto delle dichiarazioni della dottoressa Rossana Mangione, dirigente medico dell’Ufficio di Igiene Pubblica di Licata.

"E’ importante che coloro i quali rientrano a Licata, provenendo da Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, devono comunicarlo - dice - chiamando il numero 3395008613, al quale risponde la dottoressa Rossana Mangione."

Nel ribadire le prescrizioni già previste dal Ministero in termini di tutela particolarmente elevata per le persone anziane o con specifiche patologie, e ancora quelle previste per quanto riguarda l'igiene personale eccetera, dall'amministrazione comunale arriva anche un appello del presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Russotto, il quale rileva che “la politica, in questi momenti difficili, deve confermare la vicinanza alla cittadinanza ed io, come rappresentante del consiglio comunale lo sono, ma anche come operatore sanitario consiglio di attenersi alle linee guida ministeriali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Galanti ai cittadini: "Niente allarmismo, ma massima responsabilità"

AgrigentoNotizie è in caricamento