menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licata, ok ai bagnini sulle spiagge: affidato il servizio

Nell'ultima settimana, lungo la costa, ci sono stati due lutti. Un licatese di 45 anni è annegato al Pisciotto ed un bambino di 5 anni a Ciotta

Prende il via a Licata, finalmente, il servizio di salvataggio sulle spiagge.

Ad occuparsene sarà l'associazione di volontariato Guardia costiera ausiliaria, l'unica a rispondere all'appello del Comune. Nel comando della polizia municipale, presieduta dal vice comandante Giuseppe Ferraro, si è tenuta la gara per affidare la sorveglianza degli arenili ad un'associazione che avesse tra i propri iscritti bagnini in possesso del brevetto rilasciato dalla Società nazionale di salvamento. La Guardia costiera ausiliaria, che a Licata cura il servizio ormai da alcuni lustri, ha presentato l'istanza ed ha ottenuto l'affidamento.

Il Comune ha impegnato, per garantire la presenza dei bagnini sulle spiagge libere fino alla fine di agosto, 26.000 euro. Ai volontari andrà un rimborso.

Da lunedì l'ufficio tecnico provvederà ad installare sugli arenili 12 torrette di avvistamento e prima della fine della prossima settimana l'intervento avrà inizio. I bagnini sono presenti sulle spiagge di Licata, ininterrottamente, dal '97 ed in quasi 20 anni si sono registrati due soli annegamenti. Purtroppo, però, nell'ultima settimana sulle spiagge comprese tra Licata e Palma ci sono stati due lutti. Domenica scorsa un licatese di 45 anni è annegato al Pisciotto, il giorno dopo un bambino di 5 anni ha trovato la morte nella vicina spiaggia di Ciotta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento