rotate-mobile
Decoro / Canicattì

Sacchetti di rifiuti vicino la chiesa Madre, identificati una decina di "sporcaccioni"

Vigili urbani e operatori ecologici sono riusciti a dare un nome e cognome a chi ha abbandonato la spazzatura dopo aver frugato all'interno dei sacchi dove ha trovato documenti come bollette della luce e del gas

Sono stati identificati dopo che i vigili urbani e gli operatori ecologici hanno aperto i sacchetti della spazzatura e hanno frugato fra i rifiuti. Sono una decina le persone sanzionate, in un solo giorno di controlli nei pressi della chiesa Madre di Canicattì. Si tratta di gente che aveva abbandonato i sacchetti di rifiuti per strada. Ad inchiodarli - secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia - sono stati alcuni documenti trovati all'interno dei sacchetti: vecchie bollette per l'energia elettrica e per il gas. La sanzione che verrà elevata a loro carico potrà arrivare anche un massimo di 600 euro. Ma si sta anche valutando - anche se appare poco probabile, a meno che non si tratti di esercenti commerciali - l'ipotesi di presentare una denuncia in Procura, sempre a carico di queste persone, per inquinamento ambientale. 

"Abbiamo avuto un periodo di tolleranza - ha detto, al quotidiano La Sicilia, il sindaco Vincenzo Corbo - . Nonostante i ripetuti appelli c'è qualcuno che continua a liberarsi della spazzatura in maniera indiscriminata e quindi siamo passati all'azione repressiva. I controlli continueranno anche nel corso della notte, i vigili faranno appostamenti con auto civili e in borghese". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sacchetti di rifiuti vicino la chiesa Madre, identificati una decina di "sporcaccioni"

AgrigentoNotizie è in caricamento