rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Calcio

Il Canicattì espugna il Gurrera e tiene la scia della vetta: Sciacca battuto 2-3

La doppietta di Desiderio Garufo e il gol di Biondo consentono alla squadra di Lillo Bonfatto di sconfiggere i neroverdi al termine di una partita combattuta. Mister Bonfatto: "Una squadra esperta come la nostra non può rischiare di far riaprire la gara"

Torna a vincere il Canicattì, che dopo lo stop forzato di scorsa settimana contro l'Enna, trova un successo di importanza capitale nel derby contro lo Sciacca, vincendo per 2-3 al Gurrera. Una vittoria pesante per la squadra biancorossa che sale a 26 punti con un match da recuperare, rilanciando ulteriormente la sfida alla Nissa e soprattutto all'Akragas, quest'oggi issatosi in vetta in solitaria.

La squadra di Lillo Bonfatto passa in vantaggio dopo appena due giri di orologio: a segnare è Garufo che trova il suo primo gol capitalizzando l'assist di Federico Matera. Dopo il gol come da loro consuetudine i biancorossi si organizzano controllando gli spazi e riuscendo in qualche modo a limitare la vivacità avversaria.

Nella ripresa il Canicattì prende il largo. Al 61' Garufo trova la sua doppietta personale con una grande conclusione da fuori; tredici minuti dopo è Biondo a segnare il 3-0 con un'altra pregevole conclusione da lontano. Lo Sciacca con un sussulto d'orgoglio si rifà sotto e riesce ad accorciare le distanze. All'82' Idoyaga ribadisce in rete un pallone che non voleva entrare dopo due pali presi dai neroverdi; al 91' Galluzzo fissa il risultato sul definitivo 3-2.

Il tecnico dei biancorossi a fine partita ha espresso le sue considerazioni sul match sottolineando gli aspetti positivi  e negativi: "Sapevamo di affrontare una grande squadra - ha affermato - lo Sciacca gioca un buon calcio ed è forte in casa, faccio i complimenti al Mister. Noi l’abbiamo sbloccata subito ma lo Sciacca nel primo tempo ci ha messo in difficoltà e meritava sinceramente qualcosa in più. Nella ripresa abbiamo sistemato qualcosa a livello tattico e siamo venuti fuori segnando il secondo e il terzo gol. Devo fare un rimprovero alla squadra perché una squadra esperta come la nostra non può quasi riaprire la partita perché poi si può rischiare anche di pareggiare e sarebbe stato un peccato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Canicattì espugna il Gurrera e tiene la scia della vetta: Sciacca battuto 2-3

AgrigentoNotizie è in caricamento