rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Politica

Zambuto: "Bisogna aggiornare il 'progetto Primavera agrigentina'"

Il sindaco di Agrigento parla e fa il punto della situazione amministrativa, oltre a ringraziare...

“Nella fase politica drammatica e densa di incognite che l’Italia attraversa ormai da anni, ritengo doveroso fare il punto sulla situazione amministrativa per guardare al futuro della città con più ottimismo". A parlare è il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto.

"Dal congresso provinciale dell’Udc, un partito che anche in queste ore sta dimostrando alto senso di responsabilità istituzionale
- ha continuato - è venuta fuori una compagine che in questo anno abbiamo contribuito a costruire, radicato nel territorio e con una classe dirigente fortemente motivata. Ed in provincia di Agrigento lavoreremo con il segretario Calogero Firetto per rendere sempre più grande la casa dei moderati. Al senatore Gianpiero D’Alia la mia gratitudine per avere voluto, in sede congressuale, la mia acclamazione a presidente del partito e per avere, ancora di più, riproposto la mia candidatura a sindaco di Agrigento, dandomi merito di aver rotto con le vecchie logiche lottizzatorie del passato, riconoscendo la difficoltà in cui mi sono trovato per la grave crisi economica che ha investito il Paese in questi anni, che con i tagli ai trasferimenti e con l’impoverimento complessivo delle famiglie, ha condizionato enormemente l’azione amministrativa resa difficile da un debito comunale vicino ai cento miliardi delle vecchie lire frutto di sperperi del passato e della cattiva gestione della cosa pubblica. Ho cercato di bussare a Roma per avere aiuti e finanziamenti e, malgrado le promesse iniziali, non sempre ho trovato porte aperte, anzi, spesso, ho provato in solitudine tanta delusione ed amarezza perché chi avrebbe potuto e dovuto aiutare la città, malgrado tante sollecitazioni, non lo ha fatto. Ho bussato alle porte della Regione - ha continuato - e siamo riusciti ad ottenere talune positive risposte, specie nel campo della crisi idrica con il finanziamento della nuova rete cittadina che, ne sono certo, continuerà a trovare nel Presidente Lombardo un forte sostenitore per rendere l’apposita delibera della Giunta regionale del 31/12/2010 concreta ed operativa anche con l’anticipazione delle somme da parte della Regione ove dovessero continuare a tardare i fondi Fas. Per il centro storico speriamo sempre che Stato e Regione vorranno manifestare la necessaria attenzione alla città di Agrigento anche per rimediare ai gravi errori del recente passato che ha visto tanta incapacità e miopia nel non sapere o volere spendere i trenta miliardi delle vecchie lire messe a disposizione nel 1976 e nel 1985 dalla Regione. Oggi però bisogna aggiornare il progetto della 'primavera agrigentina' del 2007 adeguandolo alla situazione odierna per ridare nuovo slancio alla Città e corrispondere positivamente alla voglia di futuro dei giovani agrigentini. In tal senso - ha aggiunto - faccio appello alle forze politiche che hanno concorso al mio successo, ad iniziare dal Pd, poiché credo che ciò che si va costruendo alla Regione si possa realizzare anche ad Agrigento. Ed infine, come ho del resto esplicitato nel corso del mio intervento al recente congresso provinciale dell’Udc, continuo a dare la mia piena disponibilità a riconsiderare la mia stessa ricandidatura per favorire la costruzione del 'progetto Agrigento'. Perciò resto aperto al confronto con tutte le forze politiche che sostengono il Governo Lombardo auspicando per Agrigento anche il pieno coinvolgimento delle forze sociali, del sindacato, del volontariato, della società civile e delle associazioni, perché la nostra città dichiarata dai Parlamenti del Mediterraneo 'Città del dialogo e della pace' possa diventare sempre più vivibile, dotata di servizi essenziali efficienti, aperta ai flussi turistici, degna di essere conservata, tutelata e fruita per la sua storia come patrimonio dell’umanità ed assicurare nuove occasioni di lavoro ai nostri giovani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zambuto: "Bisogna aggiornare il 'progetto Primavera agrigentina'"

AgrigentoNotizie è in caricamento