menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sfiducia a Michele Termini, chiesto un Consiglio urgente

Sfiducia a Michele Termini, chiesto un Consiglio urgente

Sfiducia a Michele Termini, chiesto un Consiglio urgente

La mozione di sfiducia porta la firma dei gruppi consiliari del Pd, Mpa-Libertà e Autonomia e Fli

Questa mattina alcuni consiglieri comunali hanno presentato una richiesta di convocazione del Consiglio comunale in via straordinaria ed urgente per discutere la mozione di sfiducia al sindaco. La mozione porta la firma dei gruppi consiliari del Pd, Mpa-Libertà e Autonomia e Fli, un numero sufficiente per affermare che il sindaco è tecnicamente sfiduciato secondo la normativa attualmente in vigore che richiede un numero di consiglieri, come nel caso in questione, pari a 13.

"La mozione di sfiducia - si legge nella nota - arriva dopo che più volte sono state chieste, invano, le dimissioni del sindaco". A giudizio dei consiglieri firmatari "il sindaco ha tradito il suo mandato elettorale e la coalizione che lo ha eletto, ha cambiato in continuazione assessori e vice sindaco, ha cambiato partito, ha rotto con i partiti e le liste che ne hanno determinato la sua elezione ed ha frenato la macchina amministrativa non garantendo più, o limitandone l’azione, alcuni servizi essenziali quali la piscina, il Centro Diurno e tanti altri ancora arrivando ad affermare pubblicamente che il programma amministrativo presentato durante la campagna  è per tre quarti irrealizzabile. Non vi sono più quindi ragioni politiche - continua la nota - per portare avanti la sua azione, inoltre da tempo il rapporto di fiducia politica tra sindaco e Consiglio comunale è venuto meno, più volte infatti lo stesso sindaco è entrato in contrasto con il Consiglio comunale disattendo gli indirizzi approvati. Si è creata dunque una frattura insanabile. Se la mozione, che ci auguriamo verrà discussa entro fine anno, verrà approvata daremo nuovamente voce ai cittadini di Campobello che potranno così, ritornando alle urne, esprimere un loro giudizio e decidere chi sarà il nuovo Sindaco e la nuova coalizione che dovrà amministrare Campobello per i prossimi anni. Dal canto nostro possiamo affermare- conclude la nota - che i firmatari hanno già determinato un cartello elettorale che si richiama al quadro politico regionale e provinciale, ma di questo ci occuperemo nelle prossime settimane".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento