rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Politica

“Più meritocrazia nella sanità, manager individuati per competenza e non nominati": la proposta di Decimo Agnello

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“Nella Sanità la meritocrazia è la migliore garanzia per la tutela della salute dei cittadini e per far sì che gli stessi possano godere di servizi all’altezza di un paese civile”.

A dirlo, in una nota, è il candidato di Azione - Italia Viva alle prossime elezioni regionali Decimo Agnello.

“L’accesso per merito, in un settore delicato come quello della sanità, è una tutela per i pazienti. La sanità deve restare scevra da ogni condizionamento della politica - continua Agnello - a partire dalla nomina dei direttori generali: devono avere le giuste competenze e dimostrare di aver già amministrato in modo virtuoso prima di essere posti a capo delle Aziende sanitarie. Allo stesso modo - prosegue il candidato di Azione - Italia Viva - nella selezione del personale bisogna incentivare iniziative che premino la competenza e il lavoro fatto. Va ripensato l’intero sistema e la politica deve saper fare un passo indietro: la salute dei cittadini e l’uso virtuoso dei fondi pubblici non sono barattabili e men che meno sono merce da campagna elettorale”.

Martedì 13 settembre, alle 19 in corso Roma 2 a Licata, sarà inaugurato il comitato elettorale di Agnello alla presenza, tra gli altri, dei candidati a Camera e Senato Cristina Scaccia a Michele Termini. Sarà presente anche il candidato alla Camera Leo Ciaccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Più meritocrazia nella sanità, manager individuati per competenza e non nominati": la proposta di Decimo Agnello

AgrigentoNotizie è in caricamento