Emergenza rifiuti a Ribera, i consiglieri: "Mai risposte alle nostre domande"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

"L’incompetenza e l’improvvisazione del Governo Regionale, dell’Amministrazione comunale e della Sogeir, hanno trasformato la Sicilia e Ribera in una puzzolenta discarica a cielo aperto". Lo scrivono in una nota i consiglieri comunali Emanuele Li Volti, Claudia Lupo e Margherita Farrugia.

"Cumuli di rifiuti restano abbandonati per settimane nella nostra Ribera e nelle campagne, mettono a rischio la salute delle persone e inquinano l’ambiente. Un servizio di nettezza urbana inefficiente e carente a costi salatissimi per i cittadini. Oggi chi ha prodotto questa vergogna chiede aiuto e collaborazione ai cittadini, chiede la massima attenzione per fare la raccolta differenziata dopo che per anni ha trascurato il problema".

"Il nostro senso civico e la nostra responsabilità istituzionale ci impongono di chiedere alla città massima collaborazione e grande disponibilità per fronteggiare l’emergenza della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, ma ricordiamo al Sindaco Pace che amministra Ribera da sei anni che ha grosse responsabilità in questa drammatica situazione".

"Dopo anni di sperperi, di mancati controlli e di sanzioni non applicate, dopo risposte evasive e superficiali alle nostre domande e alle nostre interrogazioni, ancora oggi la giunta Pace non è in grado di dire alla gente quando finirà questa emergenza e quanto essa costerà alla nostra salute, alle tasche dei riberesi, al nostro ambiente".

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento