Forza Italia giovani, Di Caro: "Siamo pronti a portare alla politica la nostra freschezza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

A pochi giorni dalla nomina quale Coordinatore provinciale Forza Italia giovani Agrigento, Igor Di Caro esprime le prime e proprie considerazione sulle prossime consultazioni elettorali che vedranno i cittadini del Comune capoluogo e di altri grossi centri quali Ribera, Raffadali, Realmonte, Camastra, Siculiana e Cammarata andare prossimamente al voto.

A tal riguardo lo stesso Di Caro afferma: “In una società quale è la nostra, in cui le opinioni e i pensieri più frivoli sono condivisi col mondo, offerti al pubblico con post e cinguettii, esercita sempre meno appeal esprimere il proprio pensiero in una cabina elettorale o discutere di faccende inerenti la cosa pubblica. Ci auguriamo che i partiti, in questo contesto sociale e nel corso di questa campagna elettorale, siano pronti a dare la giusta e concreta voce ai giovani. Come giovani e come Forza Italia Giovani, siamo pronti a portare alla politica la nostra freschezza e la nostra spontaneità, andando oltre gli schemi e i ruoli precostituiti. Anzi, ci auguriamo di sentire nel corso di questa campagna elettorale alcune parole chiave per fare politica: coraggio, fatica, quotidianità, perseveranza, e, ove necessario, la parola “fallimento”, perché un buon amministratore deve saper ammettere uno sbaglio davanti ai suoi cittadini anziché nasconderlo causando danni ulteriori. Danni che oggi stiamo pagando in particolare noi giovani, costretti a migrare verso altre realtà territoriali del nord Italia ed all’estero, Invitiamo, pertanto, chi comincia a proporsi alla guida delle proprie comunità a prestare attenzione alla componente giovanile con momenti di necessario confronto e con il giusto senso di forte consapevolezza che proprio dai giovani possono arrivare importanti stimoli per migliorare la qualità della vita dei propri
territori.”

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento