menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tari approvata, i consiglieri insorgono: "Serve raccontare la verità"

Ad intervenire sono Marco Vullo e Giuseppe Picone e del Gruppo Popolari ed autonomisti  Angelo Vaccarello, Gianluca Urso e Salvatore Borsellino

I consiglieri comunali autonomisti del gruppo Uniti per la Città Marco Vullo e Giuseppe Picone e del Gruppo Popolari ed autonomisti  Angelo Vaccarello, Gianluca Urso e Salvatore Borsellino, intervengono nel merito a seguito dell’approvazione in Consiglio comunale ad Agrigento del piano tariffario della Tari, la tassa sui rifiuti, per l’anno 2019.

Gli stessi affermano che "apprendiamo dagli organi, di stampa delle dichiarazioni del sindaco, e a seguire dei consiglieri di Forza Italia, che ancora una volta manifestano la loro vicinanza all’amministrazione Firetto. A differenza di quello che sostengono i nuovi difensori della Giunta Firetto, siamo stati da sempre favorevoli ad ogni tipologia di riduzione, però, bisogna dire le cose nel giusto modo, raccontando la verità, cioè che lo sforzo che i cittadini agrigentini hanno profuso da quando vi è la raccolta differenziata in città ha prodotto,  si dei risultati, ma non per tutti anzi questi amministratori a targa Firetto si sono dimenticati di tanti. La proposta di una riduzione in favore delle utenze è partita proprio dai consiglieri autonomisti durante i lavori del consiglio Comunale, dalla voce autorevole del presidente della commissione Bilancio Marco Vullo ( Uniti per la Città ) che in punta di piedi, con un profondo spirito di collaborazione aveva proposto al dirigente e assessore Hamel di destinare e ripartire anche una riduzione per tutte le utenze domestiche, dando un segnale importante a tutti quegli agrigentini che con grande spirito di sacrificio hanno fatto, fanno e continuano a fare la differenziata nelle proprie case, e si sono visti recapitare per l’ennesima volta la stessa bolletta della spazzatura se non in alcuni casi addirittura più costosa,  che ricordiamo essere una delle più alte in termini di costo d’Italia". 

I consiglieri Vullo, Vaccarello, Urso, Picone e Borsellino, puntano il dito soprattutto sulla "ennesima beffa che questa amministrazione a stampo Firetto, con i suoi nuovi amici di Forza Italia hanno riservato ancora una volta  ai cittadini residenti nel quartiere di Fontanelle che anche per il 2019, già era successo nel 2018, non hanno visto in bolletta nemmeno un euro di riduzione nonostante sono stati coloro che hanno sperimentato l’inizio della differenziata e avevano ricevuto rassicurazioni dall’ ex assessore Fontana e dall’attuale Hamel che avrebbero avuto delle riduzioni in bolletta, come succede in tutte le normali città. I consiglieri autonomisti continuano affermando "che la riduzione della tari per le attività produttive è senza ombra di dubbio una cosa importante e condivisibile, ma andava pensata ed elaborata una riduzione anche in favore di tutte le utenze domestiche. Ci discostiamo nettamente dalle affermazioni dei Consiglieri di Forza Italia a cui và il nostro augurio di buon lavoro alla corte del sindaco, ma li invitiamo ad essere maggiormente attenti alle reali necessità della città e degli agrigentini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento