rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

«Cercò di rapinare e accoltellò una prostituta ad Agrigento», prima udienza per Berra

Il fatto risale al primo novembre 2014. Fuggito all'estero, fu arrestato un anno dopo e adesso è recluso a Roma, dove verrà giudicato col rito abbreviato

Si è tenuta venerdì la prima udienza che vede Bouchaib Berra accusato di tentato omicidio e tentata rapina. L'uomo, di origine marocchina, nella notte del 1 novembre 2014 si sarebbe introdotto in casa di una prostituta con la quale nacque una violenta colluttazione: la donna fu accoltellata ma la lite cagionò ferite ad entrambi. Dettaglio questo che permise, attraverso l'analisi delle tracce ematiche, di risalire all'identità del presunto aggressore che nel frattempo si era dato alla fuga.

Rintracciato all'estero a distanza di un anno, fu arrestato dalla polizia tedesca nella città di Leverkusen. Adesso è recluso a Rebibbia dove, difeso dall'avvocato Alba Raguccia, è stato sottoposto ad interrogatorio di garanzia nel corso del quale avrebbe fornito una versione sensibilmente differente rispetto a quella della vittima.

L'imputato sarà adesso giudicato con il rito abbreviato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Cercò di rapinare e accoltellò una prostituta ad Agrigento», prima udienza per Berra

AgrigentoNotizie è in caricamento