rotate-mobile
Microcriminalità / Canicattì

Entrano in un agriturismo per rubare grondaie, sedie a sdraio, zanzariere e antenne televisive: colti sul fatto e arrestati

Si tratta di un 40enne e di un 44enne che erano stati notati da un ispettore di polizia fuori servizio mentre armeggiavano all’interno della struttura ricettiva. Già chiesto il giudizio direttissimo

Un bottino variegato da caricare rapidamente su una macchina per poi fuggire: grondaie in rame, antenne televisive con relativi tubi d’acciaio, zanzariere e sedie a sdraio. Speravano di farla franca due canicattinesi, C. M. di 40 e G. G. di 44 anni, che si sono introdotti all’interno di un agriturismo in territorio di Serradifalco in provincia di Caltanissetta.

Hanno prima forzato il cancello d’ingresso per poi entrare con l’auto di proprietà di uno dei due: mezzo che sarebbe servito a trasportare tutto il materiale trafugato. Non sono però riusciti a portare a compimento il furto perché, per pura casualità, da quelle parti stava passando un ispettore di polizia fuori servizio che ha notato il cancello dell’agriturismo aperto. Insospettito dal fatto che la struttura non fosse in funzione ma vedendo i due uomini intenti a smontare le grondaie e l’auto parcheggiata all’interno, ha subito chiamato al telefono il proprietario dell’agriturismo, che conosce personalmente, chiedendo se fossero in corso lavori di manutenzione con l’intervento di operai specializzati. Quest’ultimo ha riferito che nessun lavoro era in fase di svolgimento, né tantomeno programmato.

A quel punto l’ispettore ha immediatamente contattato la sala operativa del Commissariato di polizia di Canicattì per chiedere l’intervento di alcuni agenti ed effettuare un controllo. Nel frattempo è rimasto nei pressi dell’agriturismo per tenere sotto controllo i due ladri senza farsi notare. Appena giunti sul posti gli agenti sono entrati all’interno e hanno colto sul fatto i due canicattinesi arrestandoli. Nella loro auto è stato trovato tutto il materiale asportato, pronto per essere portato via. C’erano anche oggetti da scasso come un piede di porco, una tenaglia e un martello.

I due, che adesso sono ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, sono accusati di furto aggravato in quanto entrambi recidivi. Uno dei due avrebbe anche commesso il fatto in stato di libertà vigilata.

Il pm del tribunale di Caltanissetta, oltre alla convalida dell’arresto, con la misura dei domiciliari mediante braccialetto elettronico, ha chiesto per entrambi il giudizio direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entrano in un agriturismo per rubare grondaie, sedie a sdraio, zanzariere e antenne televisive: colti sul fatto e arrestati

AgrigentoNotizie è in caricamento