rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Protezione civile regionale

Temporali, vento forte ed anche neve: diramata un'altra allerta "arancione"

Nuovo pre-allarme, nel giro di pochissimi giorni

Ci risiamo. Nell'arco di pochissimi giorni, la Protezione civile regionale ha diramato una nuova allerta meteo "arancione" che è quella del pre-allarme.

Maltempo e allerta "arancione", la decisione non cambia: chiuse tutte le scuole

allerta arancione per 29novembre2022

Per domani sono state previste piogge "sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati moderati sui settori sud-orientali e versanti ionici, da deboli a puntualmente moderati sulle restanti zone. Isole Eolie: cielo generalmente molto nuvoloso, con locali precipitazioni associate, sottoforma di piovaschi o qualche breve rovescio temporalesco" - hanno scritto - . 

Le previsioni meteo: spiccata instabilità, piogge forti, vento e temperature fino 13-15°C

Per stasera invece le previsioni della Protezione civile regionale parlano di piogge "isolate a sparse, localmente a carattere di rovescio, sui settori occidentali e versanti meridionali centrali, con quantitativi cumulati deboli. Isole Eolie: cielo inizialmente sereno o poco nuvoloso, ma con tendenza a graduale aumento della copertura nel corso del pomeriggio fino a molto nuvoloso in serata". 

Al di sopra dei 1400-1600 m sui rilievi, con apporti al suolo moderati, è prevista neve. I venti saranno, per oggi forti sul versante nord-Occidentale, e per domani forti dai quadranti orientali sui settori orientali. Molto mossi lo Stretto di Sicilia e localmente il Tirreno tendenti a molto mosso lo Ionio. 

Sindaci in allerta

A partire dal sindaco di Agrigento, tutti gli amministratori stanno firmando, in questi minuti, le ordinanze ricolme di divieti per garantire di fatto la sicurezza e l'incolumità pubblica. Ecco le prescrizioni di palazzo dei Giganti: 

1. Divieto di attività all'aperto  per gli asili nido e le scuole di di ogni ordine e grado, pubbliche e private;

2. Interdizione giardini pubblici, impianti sportivi all'aperto, aree giochi esterne, cimiteri e sottopassi;

3. Interdizione e l'uso temporaneo dei locali interrati,  seminterrati e bassi, in specie se in prossimità di alvei, sponde ed argini di torrenti e/o fiumi già oggetto di precedenti criticità e in particolare in tutta la zona del Viale Emporium (lato fiume Akragas);

4. Sospensione di tutte le manifestazioni/eventi  all'aperto, mercati rionali di merci varie;

5. Ai residenti o domiciliati nelle aree già precedentemente vulnerate:

- Non spostarsi, durante i fenomeni temporaleschi, dai luoghi e dalle zone ritenute più sicure o comunque limitare gli spostamenti, ed evitare di percorrere strade soggette a frane;

Non sostare su passerelle e ponti o nei pressi degli argini dei torrenti e dei corpi idrici in genere;

Evitare di attraversare a piedi e con  gli automezzi gli alvei dei corsi d'acqua;

Evitare di occupare la carreggiata di strade che devono essere lasciate libere per il passaggio  di eventuali soccorritori;

Non occupare locali a piano strada o sottostanti il piano che strada ed in particolare evitare di utilizzarli  per dormire la notte nelle aree ove è noto il rischio di allagamento/alluvione, soprattutto nei siti precedentemente vulnerati;

Non sostare sui ponti o lungo gli argini o le rivedi un corso d'acqua in piena;

Non sostare in aree soggette ad esondazioni o allagamento  anche in ambito urbano;

Non tentare di arginare la massa d'acqua -spostsrsi si piani superiori;

Non percorrere un passaggio a guado o sottopassaggio durante e dopo un evento piovoso;

Allontanarsi dalla località in caso avvertano rumori so sospetti riconducibili all'edificio;

Allontanarsi in caso si ci accorga dell'apertura di fratture nel terreno o nel caso si avvertano rumori insoliti;

Nel caso si debba abbandonare l'abitazione, chiudere il gas staccare l'elettricità non dimenticare l'animale domestico se c'è;

Non sostare al di sotto di i una pendice rocciosa non adeguatamente protetta  o argillosa;

Allontanarsi dalle spiagge, dalle coste,dai moli;

Non sostare non curiosare in aree dove vi è stata una frana o un' alluvione;

Evitare al verificarsi di precipitazioni intense il transito veicolare e pedonale al Villaggio Mosè, San Leone, Fiume Naro, Fiume Ipsas, Fiume Drago;

Evitare al verificarsi di precipitazioni intense,il transito veicolare e pedonale in tutto il viale Della Vittoria, via Giovanni XXIII, via XXV Aprile, via Pietro Germi (Villaggio Mosè),u sando in caso di estrema necessità percorsi alternativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Temporali, vento forte ed anche neve: diramata un'altra allerta "arancione"

AgrigentoNotizie è in caricamento