menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Tari, in arrivo nelle case dei cittadini oltre 22mila avvisi di accertamento

L'Ente ha firmato in questi giorni l'autorizzazione per la spedizione degli avvisi di accertamento e integrazione per le somme già versate

Brutte notizie per i contribuenti agrigentini, soprattutto per gli evasori: il Comune capoluogo ha infatti autorizzato alle Poste la spedizione di una vera e propria "valanga" di accertamenti riguardanti la Tari per gli anni 2013, 2014 e 2015.

In totale gli avvisi sono ben 22.900, dei quali una parte riguarda i versamenti parziali o infedeli da parte dei contribuenti e una parte le bollette completamente non versate dai cittadini. Richieste di pagamento che potrebbero portare nelle casse dell'Ente somme abbastanza importanti e che certamente rientrano in un complessivo progetto di incremento delle attività di "aggressione" all'evasione fiscale che viene portato avanti da ormai un paio di anni e che ha portato all'individuazione di quasi 6mila nuove utenze parlando della sola Tari.

Un progetto destinato al rafforzamento, stante che il Comune nel piano di riequilibrio volontario votato dal Consiglio comunale e proposto dalla Giunta ha previsto appunto un'intensificazione delle attività di riscossione, che tuttavia potrebbero non portare a tutti i risultati sperati. Anzi: l'aumento della richiesta nei confronti dei cittadini, siano essi contibuenti regolari o no, condurrà comunque ad una riduzione degli incassi in proporzione, stante che ad un certo punto si ridurranno le risorse a disposizione dei contribuenti stessi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento